A tavola con… Sara Porro

Una ragazza dai mille lavori nell'ambito food, con una scrittura fine e ironica

Oggi mi metto intorno ad un tavolo virtuale con Sara Porro.
Se ripenso a come l’ho conosciuta.. beh, è facile: mi è stato passato il contatto perchè aveva urlato un help a suon di social per una faccenda legata al suo liveblog su Dissapore.
Da lì ci siamo scritte e siamo entrate in contatto, pensate che l’ho anche sognata… robe da pazzi che solo la mia mente può produrre alle 5 del mattino!

Nel frattempo, ho cercato di capire cosa facesse questa ragazza nella vita e ho capito che non ne fa una, ma ne fa tante diverse, ecco mi ricorda qualcuno!
Lei si occupa di ufficio stampa e comunicazione. Scrive di cibo su Dissapore appunto, poi seleziona per una casa editrice libri da pubblicare. Ah, collabora anche ad una guida di ristoranti, I Cento di Milano. Mi dice che c’è chi la saluta dicendo “Buona giornata e buoni lavori!”. Ci credo!

Di indole, non sente mai di essere proprio dove vorrebbe essere “ma va bene così, è un’ansietta di sottofondo che poi mi spinge a fare sempre cose nuove e belle”. Di sicuro, essere fuggita dal cubicolo diventando una freelance è stata una decisione che l’ha fatta molto crescere (anche l’ansia è cresciuta) ma ne è soddisfatta.
Se le chiedo cosa vorrà fare da grande lei ancora non lo sa, ma spera ci sia sempre del cibo di mezzo :) se non da raccontare, almeno da mangiare!

Ci lascia anche una lista dei suoi preferiti online: il magazine femminista irriverente Jezebel e la web serie dedicata al cibo sostenibile The Perennial Plate.
Se volete seguire le sue vicende cibose la trovate su Twitter come @SaraPorro

Sara durante un'intervista insieme a Carlo Cracco
Sara durante un'intervista insieme a Carlo Cracco

Quando è nata la tua passione per il food?

Il cibo è sempre stato importante per me, anche da bambina. L’ho già raccontato, ma è una storia indicativa: alla fine della vacanze scoppiavo puntualmente in lacrime dopo aver lasciato la casa della nonna. A quel punto mia madre frugava in valigia, estraeva un dolcetto e me lo porgeva dicendo con tenerezza: “Oh, tesoro, non essere triste. Mangia questo”. Funzionava.

Il tuo piatto preferito qual è e perché?

Difficile a dirsi. Ma il gelato resiste in cima alle mie preferenze anche a gennaio, quindi forse…  

Se fossi uno chef che tipo di ristorante avresti?

Il mestiere di chef può essere molto bello ma è troppo logorante per me. Piuttosto che diventare un cuoco nella prossima vita preferirei un’altra punizione karmica qualsiasi, va bene anche reincarnarmi in una donnola.

 
Qual è l’odore del cibo che ti ricorda la tua infanzia?

Il profumo del pane ferrarese nella casa della mia nonna emiliana.

Se fossi uno snack/uno spuntino cosa saresti? 

Ecco, ripensandoci anche reincarnarmi in uno spuntino va bene. Vorrei essere il gelato, così da sperimentare come ci senta a essere popular come le bellone alle superiori.

Quando il cibo è una coccola/comfort food, che cosa ti prepari o ti concedi?

Quando mi voglio bene in modo ipocalorico, mi preparo una vellutata di piselli e menta buonissima – una ricetta della mia amica Vittoria Bortolazzo. Quando voglio festeggiare, mi preparo la pizza facendo lievitare a lungo l’impasto – così mi godo anche l’attesa.

 
Dato che siamo donne al passo con i tempi… un consiglio tecnologico? Cosa non deve mancare nella cucina di un’amante del cibo secondo te?

In cucina sono molto analogica – i libri di ricette sono gli unici che leggo ancora in cartaceo, per tutto il resto sono felicemente passata a Kindle. È che la tecnologia teme l’umido, come ho scoperto quella volta che l’e-reader mi è cascato nella vasca da bagno.

Sara durante una serata food
Sara durante una serata food

E per finire… il giovedì sera durante il live blog di masterchef come ti organizzi la cena? :) Vogliamo sapere il dietro le quinte com’è!
 

Faccio uno spuntino prima, alcuni spuntini durante, un altro spuntino dopo. Soprattutto, bevo vino senza soluzione di continuità – mi aiuta a mantenere la trance agonistica (o almeno questa è la mia percezione dei fatti)

Ringrazio Sara per la disponibilità tra un live blog e l’altro ;)

Foto in copertina: Sara porro al “The Cube” ristorante temporaneo a Milano, nella seconda foto era al 25° anniversario del Louis XV di Alain Ducasse a Monte-Carlo, nella terza mentre intervistava Spyros.

La ricetta della cheesecake al microonde

La ricetta della cheesecake al microonde

Torta all'Acqua, ottima per dimagrire

Torta all'Acqua, ottima per dimagrire

La ricetta dei peperoni in barattolo con tonno e olive nere

La ricetta dei peperoni in barattolo con tonno e olive nere

Non so cosa fare da mangiare stasera

Non so cosa fare da mangiare stasera

L'agriturismo di Benedetta Rossi: le foto de La Vergara immerso nelle Marche

L'agriturismo di Benedetta Rossi: le foto de La Vergara immerso nelle Marche

Le 6 diete più strane delle star

Le 6 diete più strane delle star

20 ricette di frittate di verdure, gustose e facilissime da preparare

20 ricette di frittate di verdure, gustose e facilissime da preparare