Come si mangiano le ostriche secondo il Galateo

Il Galateo ci dice anche come si mangiano le ostriche: ecco le regole che dobbiamo seguire.

Home > Cucina > Come si mangiano le ostriche secondo il Galateo

Come si mangiano le ostriche? Il Galateo, come sempre, ci dà utili suggerimenti per evitare di fare brutta figura a tavola. Soprattutto se stiamo partecipando a una cena formale o al primo appuntamento con l’uomo dei nostri sogni. Se non è facile pulire le ostriche, sappiate che anche per mangiarle bisogna seguire delle regole precise. Per non sporcarsi, non sporcare gli altri e anche per poterne gustare pienamente il sapore!

ostriche

Il Galateo ci fornisce utili informazioni su come comportarci a tavola. Non solo su come apparecchiare per fare bella figura, ma anche proprio su come vanno mangiati alcuni piatti. Ad esempio sappiamo che il brodo va mangiato senza far troppo rumore e inclinando il piatto in avanti. E il pane non si spezza, ma si taglia. La frutta andrebbe mangiata con la forchetta.

I molluschi vanno serviti in tavola con le apposite forchette. Chi apparecchia la tavola deve ricordarsi di posizionare accanto a ogni piatto delle salviettine profumate. Per le mani degli ospiti che così non sapranno di pesce. Ma veniamo alle ostriche: ecco tutto quello che dovete sapere!

ostriche

Come mangiare le ostriche

Le ostriche, così come tutti i molluschi crudi, devono essere serviti già tutti aperti, all’interno di un piatto di portata. Sarebbe bene creare sotto i molluschi un letto di ghiaccio, così da mantenerne la freschezza anche se rimangono a lungo a centro tavola. Le ostriche devono essere servite molto fresche.

Per mangiarle in maniera elegante non vanno portate alla bocca usando il guscio come se fosse un cucchiaio, per risucchiare così il mollusco. Bisogna usare la forchetta da pesce, che solitamente viene sistemata alla destra del piatto di portata. L’ostrica va tenuta con la mano sinistra. La forchetta con la destra. E il mollusco deve essere estratto delicatamente.

I gusci vanno poi posizionati su un piatto a parte. No agli stuzzicadenti per prenderli!