Solanina, sostanza tossica: alimenti che la contengono

La solanina è una sostanza tossica che possiamo trovare in numerosi alimenti. Ecco a cosa prestare attenzione.

Home > Cucina > Solanina, sostanza tossica: alimenti che la contengono

Determinati alimenti contengono la solanina, una sostanza tossica che possiamo trovare maggiormente nella famiglia delle solanacee. Nelle solanacee rientrano numerosi ortaggi della Dieta Mediterranea. A questo punto, è importante capire quando un eccesso di solanina possa causare un avvelenamento al nostro organismo.

melanzana-solanina

Una parte di questa sostanza è concentrata nella buccia delle melanzane. Quanti di noi amano questo ortaggio, soprattutto in estate? Inoltre, rappresenta uno degli alimenti migliori della dieta mediterranea, diffuso al Sud Italia. Con le melanzane, possiamo cucinare numerosi piatti. Per ridurre la concentrazione di solanina nelle melanzane, dobbiamo sbucciarle: purtroppo, così facendo, la melanzana perde molte delle sue sostanze nutritive.

Un altro alimento molto diffuso nelle regioni mediterranee è il pomodoro, che appartiene di diritto alla famiglia delle solanacee. Per ridurre l’apporto di solanina all’organismo, dobbiamo prestare attenzione alla sua buccia: cucinate e mangiate i pomodori rossi, evitate, per quanto possibile, i pomodori con la buccia ancora verde.

peperoni-solanina

In natura, possiamo trovare peperoni di molti colori accesi: verde, rossi e gialli. Nei peperoni verdi si concentra maggiormente la sostanza tossica. Dunque, acquistate i pomodori gialli o rossi, che inoltre hanno una minore quantità di sostanza alcaloide. In misura maggiore sono presenti anche le carotenoidi, degli alleati preziosi per la salute del nostro organismo.

L’ultimo alimento che tutti noi amiamo e a cui dobbiamo prestare maggiore attenzione rispetto a quelli appena elencati sono le patate. Come per gli altri ortaggi, dobbiamo avere premura di rimuovere la sua buccia e di non mangiarle mai crude.

patate-solanina

Tra i sintomi più comuni di avvelenamento da solanina, citiamo disordini gastrointestinali e a volte neurologici. Si può avvertire un pressante senso di nausea, di mal di testa, di vomito, di nausea e di diarrea. Inoltre, avremo le vertigini e i crampi allo stomaco. Nei casi più gravi conclamati si è osservato come la solanina causi allucinazioni, febbre alta e paralisi. Seppure non porti alla morte, questa sostanza tossica potrebbe causare delle emorragie alla retina. Per questo motivo, dobbiamo prestare molta attenzione al suo consumo e cucinare gli alimenti nel modo giusto.