Come arredare casa: gli errori da evitare

Ecco qualche suggerimento degli interior designer, per creare un arredo che valorizza la nostra casa.

Home > Design > Come arredare casa: gli errori da evitare

Arredare casa non è una cosa così semplice da fare. Infatti, non basta avere gusto, ma dobbiamo anche imparare a considerare gli spazi che abbiamo a nelle varie stanze, trasformandoli in ambienti belli e funzionali.

E’ importante trovare uno stile e sulla base di quest’ultimo creare un’armonia visiva d’insieme. Ecco gli errori da evitare per creare un arredamento unico e pratico.

Disporre i tappeti in modo sbagliato

Partiamo dal basso della nostra casa e facciamo una breve considerazione sui tappeti. Gli interior designer ci dicono che questi ultimi non devono essere troppo piccoli, ma devono riempire i pavimenti fino ai mobili o al divano, posizionati lungo il  perimetro.

Mettere un grande tappeto aiuta ad allargare la stanza e a conferirgli un maggiore senso di importanza. Un tappeto troppo piccolo, invece, ne ridurrà le dimensioni. Sul tappeto grande possiamo  sovrapporre qualcosa di più piccolo e basso in altezza, come un tavolino, per valorizzare l’arredo.

Dimenticare gli ingressi e i disimpegni

arredoterapia

Gli ingressi degli appartamenti tendono ad essere piccoli, per cui, per utilizzare quello spazio, devi prendere bene le misure, per evitare di posizionare mobili troppo ingombranti.

Scarsa illuminazione

In una casa la luce  è importantissima e le finestre non bastano mai. Come suggeriscono gli interior designer, dobbiamo stratificare le luci, ovvero mettere lampade e lampadari di varia intensità – a livello di luce – da accendere in base a cosa dobbiamo fare (leggere, guardare la tv, pranzare, cucinare).

Così, il nostro appartamento diventerà molto più confortevole. Possiamo, ad esempio,  mettere una combinazione di più lampade, da tavolo e lampade da terra in una stessa stanza.

Progettare l’arredo senza uno stile unico

Quando si arreda, meglio scegliere uno stile da portare in tutta la casa, dai mobili ai cuscini e dal servizio di piatti ai quadri. Non dobbiamo arredare solo con mobili moderni, ma possiamo includere, ad esempio, pezzi unici vintage, piccoli accessori o opere d’arte antiquate.