Lane Keeping Bed, il letto che sposta il partner quando invade il nostro spazio

Si chiama Lane Keeping Bed ed è un letto smart in grado di spostare il partner se osa passare la linea di divisione del letto e invadere il nostro spazio

Home > Design > Lane Keeping Bed, il letto che sposta il partner quando invade il nostro spazio

Problemi a dormire sonni tranquilli perché il vostro partner ha il brutto vizio di varcare la linea immaginaria che separa il vostro spazio vitale dallo spazio vitale destinato a lui o a lei? Niente paura, ci pensa Lane Keeping Bed a rimettere tutto in ordine. Con questo letto smart, basta litigi sotto le lenzuola!

Lane Keeping Bed

Non sempre è facile dormire nello stesso letto con un’altra persona. Può russare. Oppure avere il brutto vizio di prendersi tutte le coperte. O peggio, di tirare i calci. E poi c’è chi tende a venire troppo spesso dalla nostra parte, occupando il nostro spazio vitale che, durante il riposo notturno, è assolutamente fondamentale.

Se non volete arrivare all’estrema soluzione, quella di dormire in camere da letto separate, ecco che oggi è nato un letto intelligente, in grado di spostare il partner quando osa valicare la linea di confine tra lo spazio di letto di sua competenza e quello di nostra competenza. Così potremo dormire insieme, ma senza darci fastidio.

Il Lane Keeping Bed di Ford sfrutta la tecnologia automotive per dormire bene. Grazie alla tecnologia Lane Keeping Aid, che già viene installata a bordo delle auto del gruppo per la sicurezza dei viaggiatori, ecco che nel letto questa si trasforma in un optional davvero interessante. Grazie a un sistema di sensori di pressione capisce quando uno dei due partner si allontana dalla metà del letto a lui o a lei destinata e lo riporta o la riporta al suo posto, con un nastro trasportatore in grado di spostare di fatto le persone.

Lane Keeping Bed

Così di notte non dovremo più svegliarci per spostare fisicamente il partner, facendo fatica e rischiando di svegliarlo e quindi di litigare anche per questo. E potremo finalmente dormire sonni tranquilli. In coppia. Senza dover ricorrere a stanze separate.