Le locandine degli Oscar 2016 sono popolati da emojis

Da Spotlight a The Martian, le "faccine" di Teresa Gonçalves

 

L’artista portoghese Teresa Gonçalves ha immaginato un mondo di emojis che vincono anche gli Oscar.
Teresa ha lavorato su quasi tutti i film nominati agli Oscar 2016, riuscendo a riassumere concettualmente con una “faccina” i soggetti protagonisti dei poster. Le immagini suscitano una certa comicità che fa quasi riflettere.
Il risultato grafico è riuscitissimo. Le riduzioni espressive, inserite in scenari di contesto anch’essi perfettamente centrati sulle tematiche dei rispettivi film, riescono a far comprendere immediatamente di quale opera si stia parlando.

01

Mad Max Fury Road – The Revenant

La debordante pellicola diretta da George Miller, che prosegue l’epica saga anni ’80, si porta a casa sei delle dieci statuette a cui era candidata. Il film, Mad Max Fury Road, ha centrato tutte le categorie tecniche conquistando gli Oscar per Montaggio, Costumi, Trucco, Sonoro, Montaggio Sonoro e Scenografia.

Siamo nel futuro. Gli uomini (o le emojis della Gonçalves) lottano per sopravvivere in un pianeta devastato e ci sono Max e Furiosa, Tom Hardy e Charlize Theron.

The Revenant. Finalmente la 88° notte degli Oscar ha portato l’agognata statuetta a Leonardo DiCaprio, tanto massacrato dalla rete e ridotto, qui, in un emoji truce e barbuta. Il film ha conquistato altri due Oscar: il regista Alejandro González Iñárritu si porta a casa il premio per la miglior regia per il secondo anno consecutivo, dopo Birdman. 

Emmanuel Lubezki conquista la terza statuetta consecutiva dopo Gravity e Birman per la migliore fotografia. Per Revenant, Lubezki ha compiuto veri e propri miracoli usando solo luce naturale e lavorando in condizioni estreme nelle impervie regioni scelte da Inarritu come location.

Spotlight - The Big Short

Spotlight – The Big Short

Il caso Spotlight è un classico dramma sul giornalismo d’inchiesta bostoniano diretto da Tom McCarthy. Due Oscar: miglior film e miglior sceneggiatura originale.

Qui l’emoji un orrendo prete pedofilo.

La grande scommessa è un film di Adam McKay, con Brad Pitt, Christian Bale, Ryan Gosling, Steve Carell, Marisa Tomei.  Scommette contro le regole del racconto filmico mainstream e stravince. Oscar per la miglior sceneggiatura non originale.

Room - Brooklyn

Room – Brooklyn

Room è un film bellissimo e fortissimo. Alla prima nomination, Brie Larson ha centrato l’Oscar come miglior attrice per la sua struggente performance nella pellicola indie diretta dall’irlandese Leonard Abrahamsson.

Brooklyn vanta di 3 nomination, ma non vince.

Bridge of Spies - The martian

Bridge of Spies – The martian

Il ponte delle spie è tratto da una storia realmente accaduta. Regia di Steven Spielberg, il film narra le vicende di James Donovan, un importante avvocato americano ingaggiato dalla CIA negli anni della Guerra Fredda. 6 nomination.

The martian, il sopravvissuto è il film di Ridley Scott candidato a 7 Oscar, con un ottimo Matt Damon, tutto solo su Marte.

Teresa Gonçalves lo trasforma in un uovo al tegamino spaziale.

Venti modi strepitosi per appendere le tende

Decorazioni originali da parete per la tua cucina

Regali di Natale fai da te: dei “cosi”

Tante idee originali per il tuo nuovo comodino

DIY: tanti tutorial per realizzare tappeti caldi, grandi e colorati!

10 modi per abbellire la scrivania

Diy: idee per l'arredo outdoor