abitudini-per-vivere-green

Abitudini per vivere green: 10 spunti per ridurre la propria impronta ecologica

Piccoli gesti sono importanti abitudini per vivere green. Facciamo attenzione a cosa consumiamo e come lo facciamo, per un ambiente più pulito

Piccoli gesti quotidiani possono trasformarsi in importanti abitudini per vivere green, come fare un’adeguata raccolta differenziata, spegnere le luci in casa o spostarsi in bicicletta.

Proviamo anche noi a fare la differenza, contribuendo alla salvaguardia del pianeta. Ecco cosa potresti fare di buono per l’ambiente ogni giorno. 

Non acquistare bottiglie di plastica

scelte-ecologiche

Le bottiglie di plastica sono tra le maggiori cause di inquinamento ambientale nel mondo. 

Ogni minuto vengono utilizzate  milioni di bottiglie di plastica di acqua, succhi di frutta o tè  e solo il 9% può essere riciclato.

Il resto della plastica si accumula nella nostre discariche e spesso finisce nelle acque dei mari, che –  secondo gli esperti  – nel 2050 saranno popolati più dalla plastica che dai pesci. 

Tra le sane abitudini per vivere green, potete optare per un’alternativa sostenibile e cioè quella di utilizzare bottiglie riusabili quando siete fuori casa, come quelle in acciaio inox. 

Dove possibile, cercate di bere l’acqua del rubinetto,depurando quest’ultima con le apposite brocche oppure con dei depuratori da mettere sotto al lavandino.  

Altrimenti, se questa possibilità non l’avete, potete acquistare al supermercato  l’acqua venduta nelle bottiglie di vetro.

Riciclare: una delle migliori abitudini per vivere green 

Potrebbe sembrare una cosa scontata, ma non tutti pensano a riciclare gli oggetti, non solo quelli vecchi, ma anche  le confezioni di plastica che acquistiamo al supermercato. 

Questo comportamento è fondamentale per il nostro ambiente e dovremmo tutti imparare a riciclare il possibile in casa. 

La maggior parte delle città ha ormai un sistema di riciclo di molti materiali, ma è importante limitare il cumulo di spazzatura. 

Dovremmo anche non dimenticare di insegnarlo ai bambini, che rappresentano il nostro futuro e che possono contribuire al proseguimento di un mondo migliore. 

Secondo alcune stime, riciclando la metà della spazzatura che si produce in casa, si ridurrebbe la C02 e i gas inquinanti in atmosfera di una quantità compresa tra i 150 ei 200 chilogrammi all’anno.

Ne vale dunque la pena riciclare scatole, bottiglie e altri oggetti, trasformandoli in modo creativo in altri oggetti  utili in casa. 

Pianta un albero in giardino 

Se avete la fortuna di avere un giardino a casa vostra, allora potete provare una delle abitudini per vivere green molto soddisfacenti. 

Piantare un albero nel vostro giardino è uno dei modi migliori per ridurre l’inquinamento atmosferico. 

Gli alberi assorbono l’anidride carbonica e producono ossigeno, migliorando l’aria delle città con effetti positivi sulla salute. Più alberi significa aria più pulita.

Risparmia l’acqua che usi a casa 

abitudini-per-vivere-green-piantare-albero

L’acqua è un bene prezioso e purtroppo limitato, ma grazie alla tecnologia odierna è possibile depurarla e riutilizzarla. 

La cosa migliore da fare è limitare il consumo di acqua in casa. Tra le abitudini per vivere green, questa è la più semplice da provare. 

Fate, ad esempio,  una doccia più breve,  chiudete il rubinetto dell’acqua mentre vi lavate i denti, usate pochissima acqua per sciacquare i piatti, aprendo il rubinetto a filo. 

Con piccoli sforzi, possiamo  ridurre davvero molto il consumo di questo prezioso bene. 

Per aiutarvi, potete anche installare, con una piccola spesa, un limitatore di flusso d’acqua per il vostro rubinetto, riducendo il flusso che scorre e risparmiando circa il 50% dell’acqua.

Risparmia l’energia elettrica 

Per evitare sprechi e consumi eccessivi di energia elettrica in casa, possiamo fare davvero tante cose. 

Prima di tutto potete sostituire tutte le lampadine tradizionali con le  lampadine LED a basso consumo energetico. 

Quest’ultimo è un piccolo investimento utile a salvaguardare il pianeta e  che abbasserà anche le vostre bollette. 

Infatti le luci a risparmio energetico consumano il 75% in meno di energia delle luci tradizionali. 

Inoltre, limitare l’utilizzo degli apparecchi elettronici in casa è tra le abitudini per vivere green da tenere bene a mente. 

Spegnere, dunque, sempre le luci nelle stanze se non ci siete  e di spegnete anche tutti i dispositivi elettronici e gli elettrodomestici. 

Scegli l’autoproduzione dei cibi e detergenti 

autoproduzione-casa

Alimenti fatti in casa, saponi naturali, conserve, marmellate, creme o lozioni per il corpo fai da te rappresentano un ottimo modo per limitare scarti e dunque l’inquinamento. 

L’autoproduzione è una delle scelte più importanti  per risparmiare e vivere in modo più sostenibile. 

Pensa solo al risparmio delle emissioni di C02 della nostra auto usandola di meno, rinunciando ad andare troppo spesso al supermercato.

Se prepariamo noi il pane, facciamo la pasta fresca oppure dei saponi con ingredienti naturali, possiamo risparmiare anche tutti  gli imballaggi che altrimenti gettiamo via. 

Bastano pochi semplici ingredienti per produrre in casa ciò di cui abbiamo bisogno. 

Per esempio, possiamo produrre detersivi  ecologici e naturali utilizzando il limone, l’aceto e le bucce delle arance.

Scegli la mobilità sostenibile

Le abitudini per vivere green sono tantissime. Scegli di spostarti in città con la  bicicletta, invece che con l’auto.

In alternativa, è sempre meglio scegliere il mezzo di trasporto pubblico per spostarsi, al fine di ridurre  l’inquinamento atmosferico.

Fare attenzione alla spesa

Stando al alcune stime, nei paesi occidentali ogni anno vengono buttati circa 670 milioni di alimenti confezionati. 

Significa più di 95 chili all’anno a persona. Questo ci fa capire che dobbiamo imparare a fare la spesa, scegliendo le quantità di cibo necessarie, senza essere influenzati dalle offerte dei supermercati. 

Dobbiamo cercare  di evitare gli sprechi. Come? meglio non riempire troppo il frigo,  acquistare prodotti bio e locali sostenendo l’economia virtuosa e la filiera corta.

Anche attraverso queste scelte  si  riducono le emissioni di C02, dovute al trasporto dei prodotti alimentari. 

E, se hai la fortuna di avere un mercato contadino vicino a casa, sceglilo al posto del supermercato. 

Usa oggetti di seconda mano

Uno smartphone usato, un vestito vintage, una vecchia bicicletta. Tutto può avere una seconda vita.

Siamo in una società consumistica e  tendiamo a buttare via ciò che è rotto per comprare sempre altre cose nuove. 

Ma se un telecomando rotto o un giocattolo lo aggiustiamo invece di buttarlo via, facciamo un piacere al nostro ambiente. 

I residui di frutta e verdura possono diventare compost per l’orto, una vecchia giacca di cotone un ottimo straccio per la polvere. 

Utilizza i pannolini lavabili per tuo figlio 

pannolini-riusabili

I pannolini usa e getta producono il 15% dei rifiuti non riciclabili, sono molto costosi e danneggiano l’ambiente.

 Per questo, per il vostro bambino scegliete dei pannolini ecologici, riusabili. 

I pannolini lavabili, oltre che green friendly, provocano anche meno irritazioni alla pelle del neonato e meno costosi

Pensateci bene, provate questi pannoli e farete un’altro gesto buono al mondo intero.

In pronto soccorso con una carota nelle parti intime

In pronto soccorso con una carota nelle parti intime

Cose che ogni donna ha vissuto

Cose che ogni donna ha vissuto

Sogni di provare ad urlare, ma la voce non esce fuori? O cerchi di muoverti e non puoi?

Sogni di provare ad urlare, ma la voce non esce fuori? O cerchi di muoverti e non puoi?

Illusione ottica: chi riesce a vedere la donna in questa foto ha un QI alto

Illusione ottica: chi riesce a vedere la donna in questa foto ha un QI alto

Gnomi di Natale: varie tecniche facili e veloci

Gnomi di Natale: varie tecniche facili e veloci

Cose da sapere sui capezzoli

Cose da sapere sui capezzoli

I segnali di celiachia che le donne non dovrebbero ignorare

I segnali di celiachia che le donne non dovrebbero ignorare