Attenzione agli strofinacci da cucina, sono pieni di batteri

Ecco cosa emerge da un recente studio!

Home > Lifestyle > Attenzione agli strofinacci da cucina, sono pieni di batteri

Quando pensiamo ai luoghi della casa più sporchi e pieni di germi e batteri, di solito ci viene in mente il bagno. La cucina dovrebbe, invece, essere uno dei luoghi più puliti, perché passiamo spugne e stracci di continuo. Ma è proprio qui che si annidano i nemici per la nostra salute. Abbiamo già visto come le spugne possano nascondere germi e batteri che possono causarci piccoli o grandi problemi di salute. Ma mai avremmo pensato che anche gli strofinacci potessero essere così potenzialmente nocivi.

Un recente studio condotto dagli esperti dell’Università di Mauritius, presentata ad Asm microbe, l’incontro annuale dell’American Society for Microbiology, svela che gli strofinacci da cucina possono essere una potenziale causa di intossicazione alimentare.

Secondo i dati riportati dallo studio, infatti, il 49% degli asciugamani da cucina analizzati ha avuto una crescita batterica influenzata da diversi fattori, come il numero delle persone che vivono in quella casa, bambini che vanno in giro per casa. Ammettiamolo, gli strofinacci li usiamo per tutto, senza cambiarli. Asciughiamo piatti, superfici, mani…

Secondo quanto riportato dalla ricerca, gli strofinacci usati in cucina hanno un numero di batteri più alto rispetto a quelli monouso, che utilizziamo e poi gettiamo via senza pensarci più. Se gli strofinacci, poi, sono umici, allora la carica batterica è ancora più alta. Ma quali sono i batteri più comuni presenti?

Secondo lo studio, il 36,7% ha sviluppato coliformi, il 36,7% gli enterococchi e il 14,3% gli stafilococchi aurei. Il rischio di coliformi è più alto negli asciugamani umidi rispetto a quelli asciutti, in quelli multiuso e nelle famiglie con dieta non vegetariana.

Capite che il rischio di contaminazioni è molto alto?