Come riconoscere i messaggi di spam ed evitarli

Ecco cosa fare per non cascarci!

 

Forse ci sentiamo tutte un po’ tutelate dalla nostra cartella “spam”, convinte che tutte le mail fastidiose finiscano lì dentro. Purtroppo non è sempre così ed è necessario un occhio vigile sulla cartella della posta in arrivo, perché lo spam potrebbe arrivare da un momento all’altro. Perché riceviamo queste mail, qual è lo scopo dei messaggi spam e come distinguerne uno? Non è la prima volta che vi aiutiamo con le truffe online (vedi anche: “Qualche consiglio per evitare le truffe online” e “Le 10 truffe online più diffuse“), seguite il nostro articolo e toglietevi qualche dubbio!

 

Spam-folder
Come evitare lo spam

 

Cos’è lo spam e perché viene usato

Per spam si intende la posta elettronica indesiderata che viene classificata come lesiva e fastidiosa in merito al contenuto e in base alle segnalazioni degli altri utenti.

Solitamente i motivi per cui vengono inviate mail di spam sono essenzialmente tre: pubblicità, truffa e virus.

Nel primo caso, il più innocuo, abbiamo a che fare con pubblicità molesta e aggressiva, che non ci interessa, ma in un modo o nell’altro arriva comunque. Non sono mail pericolose, solo molto fastidiose e solitamente non sfuggono mai al filtro anti-spam della nostra posta elettronica.

Il secondo, decisamente più pericoloso, è quello della truffa. Come dicevamo abbiamo abbondantemente parlato delle truffe online in altri articoli, anche se le più gettonate tra lo spam sono quelle di phishing, ovvero quelle mail di spam inviate con lo scopo di entrare in possesso dei vostri dati; famose sono quelle dell’account della Posta o di altri servizi, come drive e cloud online.

Terzo e ultimo, i virus. Questi vengono inviati per svariate ragioni, impossibili da classificare tutte (dal registrare i vostri spostamenti web, copiare i vostri dati o prendere addirittura in ostaggio il vostro PC!), basta ricordarsi che solitamente chi spedisce una mail contenente un virus non ha in mente nulla di buono!

Come riconoscere lo spam

Se parliamo di spam pubblicitario è facile riconoscere la natura della mail, più complessi il secondo e il terzo caso.

Se ricevete mail che vi chiedono di confermare user e password di conti online, siti, social o altri servizi non cascateci, perché potrebbe essere un tentativo di phishing o di infettare il vostro PC con un virus.

State attente quindi a che tipo di messaggio vi arriva, come viene scritto (parliamo proprio di sintassi e grammatica), se ci sono immagini o loghi e da che indirizzo viene spedito. Riprendiamo il caso delle poste, osservate l’immagine qui sotto.

 

phishing
Esempio di spam

 

Come dicevamo non ci sono loghi o immagini, una mail spoglia senza nulla, l’oggetto della mail poi è lungo e confusionario: ancora più importante l’indirizzo che ha mandato la mail (poste.it, poste-italiane, sono tutti falsi) e il reale percorso web del link a fondo mail (vedete in basso? Se passate con il mouse sopra al link, senza aprirlo, vi verrà mostrato il sito web dove verrete indirizzate). Inutile dire che non vanno aperti link o scaricati allegati, mai!

Come evitarli in futuro

Ci sono alcune accortezze per evitare che in futuro vi arrivino altre mail di questo tipo.

Questi messaggi possono superare i controlli del nostro account di posta elettronica principalmente perché siamo iscritti a molte newsletter, per lo più commerciali, e può capitare che i messaggi più farlocchi sfuggano alla cartella spam. Siate quindi più parsimoniose nel rilasciare il vostro indirizzo di posta sul web. Nell’eventualità vogliate comunque ricevere offerte commerciali che vi interessano realmente o abbiate un vivace attività su Internet, create un account secondario per queste attività, lasciando quello principale per le comunicazioni importanti

Munitevi di un buon antivirus, che lavori in sinergia con la vostra posta elettronica e sia capace di controllare accuratamente tutte le mail in arrivo.

 

Security
Usate un buon antivirus

 

In ultimo non arrabbiatevi quando ricevete mail di questo tipo, sopratutto non rispondete! Rispondere a una mail di spam, anche solo per togliersi lo sfizio di mandare al diavolo lo spammer, confermerà al 100% che quello è un indirizzo reale e utilizzato. La maggior parte delle mail di spam infatti viene mandata utilizzando programmi che raccolgono indirizzi mail su internet o addirittura provano infinite combinazioni di nomi e cognomi con i domini più usati.

 

Quindi la prossima volta che ricevete una mail sospetta, fate attenzione!

Credits: leganerd.com, mailcleaner.net, patentable.com, massimocappanera.it, boryslaw.ca, dkim-reputation.org