Cosa ci fa un’auto decapottabile su Marte?

E' un'altra stravagante idea di Elon Musk!

Home > Lifestyle > Cosa ci fa un’auto decapottabile su Marte?

Elon Musk è il nostro mito indiscusso del momento. Vi ricordate che qualche giorno fa avevamo parlato del miliardario per l’idea di lanciare sul mercato un lanciafiamme da usare in caso di Apocalisse Zombie? Chissà per quale motivo è stato un successo, con tantissimi modelli già venduti nelle primissime ore. Ieri sera Elon Musk ha scritto una pagina importante della storia delle avventure nello spazio: ha lanciato nell’orbita di Marte una Tesla, con uno show che ha tenuto incollati gli americani a YouTube, dove veniva trasmessa la diretta. Peccato che da noi se n’è parlato davvero poco!

Ci pensiamo allora noi a raccontarvi tutta la storia! Ieri, quando in Italia era sera, gli occhi del mondo erano puntati sul Kennedy Space di Cape Canaveral. Qui il Falcon Heavy, un razzo della Space X di Elon Musk, è stato lanciato, direzione Marte, o meglio, la sua orbita. Cosa conteneva? Al suo interno c’era una Tesla Roadster, l’auto elettrica rossa che il razzo ha lanciato nell’orbita del pianeta rosso.

Il lancio, avvenuto con ritardo per i forti venti, è stato eseguito con successo e la piattaforma scelta non è stata scelta a caso. Era la 39A, quella delle missioni Apollo poi adattata per lo Space Shuttle. Elon Musk aveva parlato di probabilità di successo al 50%, ma invece ce l’ha fatta: lancio perfetto, separazione dei razzi laterali perfetta, rientro a Terra perfetto con una precisione allucinante nelle piattaforme predisposte.

Il razzo centrale, invece, ha raggiunto la posizione orbitale prevista. Qui è stata rilasciata la Tesla Roadster, guidata da Starman, un manichino con tuta spaziale. Il tutto, ovviamente, sulle note di Space Oddity di David Bowie. E sul cruscotto le parole “Do Not Panic”, una citazione chiara di Guida galattica per autostoppisti. Un genio, semplicemente un genio.

Un vero e proprio evento epico, la cosa più emozionante degli ultimi viaggi spaziali e anche Elon Musk non poteva credere al successo di una missione che aveva a lungo sognato.

Il Falcon Heavy, che può essere riutilizzato e può portare nello spazio carichi molto pesanti, potrebbe presto portare tra le stelle equipaggi umani. Una vera rivoluzione dei viaggi nello spazio!