Cosa fare se avete un pessimo capo

Cosa fare se avete un pessimo capo? Se lo chiedono in tanti e noi abbiamo consultato uno psicologa che ci ha rivelato il segreto per riconquistare la serenità. Ecco qual è.

Home > Lifestyle > Cosa fare se avete un pessimo capo

Cosa fare se avete un pessimo capo? Potremo dirvi che dovete darvi le dimissioni ma conoscendo la situazione attuale dell’economia, questo non è affatto un buon consiglio. In più, se il vostro lavoro vi piace, sarebbe un errore lasciarlo per colpa del capo che vi rende la vita un inferno.

Tutti sanno che andare d’amore e d’accordo con tutti i colleghi è impossibile. Ma cosa succede quando non vai d’accordo con il tuo capo? Sei praticamente obbligato a lavorare in un ambiente ostile per otto ore al giorno e l’ansia e il risentimento probabilmente peggiorano ogni volta che il tuo superiore si avvicina. Ma invece di perdere la calma e mettere a rischio il tuo lavoro devi sapere che ci sono delle soluzioni. I ricercatori hanno scoperto che, in questi casi, quello che ti serve è una bambola voodoo!

capo-pessimo

Eh sì, avete sentito bene. Un recente studio pubblicato su The Leadership Quarterly ha scoperto che i dipendenti che si sentivano maltrattati sul posto di lavoro avevano migliorato il loro morale dopo aver organizzato “rappresaglie simboliche” contro il loro capo.

capo-abusivo

La ricerca, guidata dalla dottoressa Lindie Hanyu Liang, assistente alla Lazaridis School of Business and Economics presso la Wilfrid Laurier University in Ontario, Canada, ha esaminato un gruppo di lavoratori negli Stati Uniti e in Canada e ha scoperto che infilzare con delle spillette una bambola voodoo che rappresentava il loro capo ha ridotto la loro sensazione di ingiustizia di un terzo.

“Abbiamo trovato un semplice e innocuo atto di rappresaglia che può dare alle persone la sensazione di poter affrontare il loro capo alla pari far sentire le persone e appagare il loro senso di giustizia”, ha detto ​​Liang a The Telegraph.

Liang mise alla prova la sua teoria reclutando più di 400 persone per partecipare a due esperimenti separati, per vedere se atti di rappresaglia simbolica contro i loro capi avrebbero lenito i loro sentimenti di ingiustizia sul posto di lavoro.

“Simbolicamente, inveire e scagliarti contro un capo abusivo può avvantaggiare i dipendenti dal punto di vista psicologico”.

bambole-vodoo

Nel primo studio, i ricercatori hanno chiesto a più di 195 dipendenti a tempo pieno di ricordare un incidente spiacevole accaduto sul posto di lavoro in cui ritenevano che i loro superiori li avessero trattati male. Per “incidenti” si intendeva “atteggiamento scortese, commenti negativi o il fatto di non riconoscere il loro duro lavoro.”

Dopo il flashback, i partecipanti sono stati invitati a utilizzare un programma di bambole voodoo online creato da Dumb.com. Le persone hanno prima individuato la bambola che assomigliava di più al loro capo e e poi hanno cercato la loro vendetta infilzando con spilli la bambola, bruciandola con una candela e pizzicandola con delle pinze per un minuto.

Successivamente, i dipendenti hanno rivelato di sentirsi meglio rispetto agli altri che non hanno partecipato alla rappresaglia simbolica.

bambola-vodoo

In seguito a questo esperimento gli scienziati hanno concluso che gli atti simbolici di rappresaglia possono non solo avvantaggiare un individuo ma anche aumentare il morale dell’intera squadra, poiché migliorerà il loro benessere generale e le prestazioni sul posto di lavoro.

“Potrebbe non servire una vera bambola voodoo: teoricamente qualsiasi cosa che funge da atto simbolico di rappresaglia, come lanciare freccette su una foto del tuo capo, potrebbe funzionare”, ha spiegato Liang.

Prima, però, di prendervela con il vostro capo, cercate di capire se il vostro disagio non è causato dal burnout. In questo caso, le soluzioni sono ben diverse.