Dita ippocratiche

Dita ippocratiche: una caratteristica fisica che ha salvato la vita di una donna. Ecco la storia di Jean Williams Taylor e delle sue unghie.

Home > Lifestyle > Dita ippocratiche

Dita ippocratiche? Avete mai sentito di questo termine? Per molte donne, avere una manicure curata è importante. C’è chi preferisce tenerle lunghe le unghie, chi corte, chi mette lo smalto  chi le lascia al naturale. Ma per Jean Williams Taylor, una donna di Wigan, in Inghilterra, una foto delle sue unghie postata sui social è stata più di un semplice gesto di vanità: le ha letteralmente salvato la vita.

Jean Williams Taylor ha sempre creduto che le sue unghie “brutte” fossero un tratto genetico che aveva ereditato da sua madre. Un giorno, dopo averle limate, ha deciso di postare una foto delle sue unghie sul suo profilo Facebook. Non molto dopo è stata contattata da un amico che la pregava di andare in ospedale e fare determinate analisi. Anche se Jean pensava che il suggerimento fosse “un po’ troppo” estremo, decise di ascoltarlo e di andare in clinica. I medici, appena hanno visto le sue unghie, le hanno detto che si trattava di “unghie ippocratiche”, conosciute anche come “a bacchetta di tamburo”, a “vetrino d’orologio” o clubbing che erano indice di malattie cardiache o polmonari.

scopre-la-sua-malattia-dopo-aver-postato-una-foto-delle-sue-unghie

L’hanno sottoposta a dei test e il risultato è stato spaventoso: Jean aveva due tumori a forma di una pallina da golf nei suoi polmoni. La cinquantatreenne ha affermato che, anche se “si è sentita ridicola andare dal medico per delle unghie ricurve”, alla fine, questo gesto, le ha salvato la vita.

“Queste unghie le avevo desiderate di vita e non le volevo tagliare”, ha spiegato Williams Taylor. “Lavoravo in una fabbrica, quindi le mie unghie erano sempre molto corte. Mi hanno offerto un lavoro in un ufficio circa sei settimane fa e ho deciso di farle crescere. Ho sempre avuto unghie deboli e non le ho mai portate a questa lunghezza. Ecco perché avevo postato la foto… ero felice di averle finalmente lunghe.”

dita-ippocratiche

La donna ha scritto un post sulla pagina Facebook di Wigan Today per mettere in guardia gli altri sull’importanza di farsi controllare le unghie.

“Il supporto che ho ricevuto [dopo che il post è diventato virale] è stato irreale e bello,” ha detto. “Tante persone mi mandano parti delle loro unghie ma io non sono un esperto: mi hanno diagnosticato il tumore meno di 48 ore fa”.

“La gente là fuori ora è terrorizzata e qualcuno mi ha detto: “mia madre aveva le unghie così e nessuno le ha mai detto di andare a controllarsi e ora lei è morta per un cancro ai polmoni”. Mi dispiace per queste persone, voglio aiutare ma non sono qualificata per guardare le unghie di nessuno.”

mano

Williams Taylor ora chiede alle estetiste e alle onico-tecniche di informarsi per riuscire ad individuare le unghie ippocratiche sui loro clienti.

“Penso che sia così importante per loro saperlo: potrebbero sicuramente salvare le vite dei loro clienti. Sia che le unghie sembrino brutte o meno, mi hanno salvato la vita”.

Secondo il sito web del National Health Service, le dita ippocratiche possono essere un tratto ereditato geneticamente completamente innocuo ma non c’è nulla di male nel farle controllare dal proprio medico.

“Tuttavia, se si sviluppa all’improvviso, può essere un segno di una di molte condizioni mediche di base, tra cui una malattia polmonare, una malattia cardiaca, una malattia infiammatoria intestinale (IBD) o una cirrosi epatica”.

“Le unghie delle dita ippocratiche si incurvano sulla parte superiore delle dita: le unghie normali dovrebbero abbassarsi verso la cuticola, creando un angolo naturale”.

Chi, come me, ama avere una manicure sempre curata sa bene quanto sono importante le unghie. Molte donne si informano sulle ultime tendenze, sulla forma e sui colori che devono avere le unghie ma dovrebbero informarsi anche su come le unghie ci aiutino a scoprire eventuali patologie. Segui il consiglio di Williams Taylor e assicurati di controllare le tue unghie per eventuali anomalie e condividi questo messaggio con i tuoi familiari e amici per renderli consapevoli del pericolo!