Emma Watson: “Il Time’s Up arriva nel Regno Unito”

La giovane attrice lancia un fondo in difesa di tutto le violenze, molestie e discriminazioni

Home > Lifestyle > Emma Watson: “Il Time’s Up arriva nel Regno Unito”

Nella giornata di ieri Emma Watson ha pubblicato un video per lanciare il fondo monetario UK Justice and Equality Fund. Un fondo istituito da moltissime/i donne e uomini irlandesi e britanniche/ci a favore di tutte quelle associazioni, organizzazioni e progetti di supporto alle vittime di abusi, discriminazioni razziali e campagne di sensibilizzazione.

Emma Watson

La giovanissima attrice britannica Emma Watson, divenuta famosa grazie al ruolo di Hermione Granger nella saga cinematografica di Harry Potter, è da sempre una forte attivista per i diritti delle donne, e non solo. Nel 2014 è stata nominata Goodwill Ambassador, ovvero ambasciatrice di buona volontà, dall’UN Women, organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa della parità di genere e il pari ruolo delle donne nel mondo.
In questo ruolo istituzionale pronuncia presso l’ONU il discorso per il lancio della campagna #HeforShe evidenziando il ruolo degli uomini nella promozione della parità di genere e dichiarandosi femminista. Tra le varie iniziative per la campagna, Emma Watson ha lanciato “Our Shared Shelf”, un book club virtuale e femminista, sulla piattaforma Goodreads. Ha, inoltre, visitato in questi anni molti Paesi dove testimoniare i progressi svolti per eliminare, una volta per tutte, il matrimonio forzato delle bambine.

Emma Watson

Emma, come tante altre donne, ha aderito, durante la notte dei Golden Globes, al movimento di protesta Time’s Up, ovvero il tempo è scaduto, dove molte attrici influenti del mondo di Hollywood si sono unite contro la violenza e le molestie sessuali subite da moltissime colleghe, nonché da troppe donne nel mondo.
Ispirata dal movimento #TimeIsUp e #MeToo, Emma Watson ha deciso di rendere ancora più forte e incisiva, nonché globale la lotta contro qualsiasi discriminazione di genere e razza e contro le violenze sessuali, creando questo fondo inglese chiamato UK Justice and Equality Fund.
L’iniziativa è stata avviata grazie ad una lettera firmata da oltre 200 star del Regno Unito e d’Irlanda, anche qui durante un’occasione riguardante il mondo del cinema: ovvero i Bafta. Tantissime le star che hanno partecipato, tra cui Emma Thompson, Carey Mulligan, Keira Knightley e Tom Hiddleston. Questi ultimi due hanno donato alla causa 10mila sterline, ma la donazione più significativa arriva proprio dalla Watson, che ha donato ben 1milione di sterline.
Tutti possono contribuire a questa raccolta fondi che supporta progetti e organizzazioni che si occupano di supporto alle vittime di abusi, assistenza legali, campagne si sensibilizzazione e prevenzione.

Emma Watson

Nel numero speciale di Vogue Australia di Marzo, l’attrice è stata guest editor dove ha potuto spiegare meglio il suo pensiero:

Dopo un anno dominato da un allarmante flusso di notizie, sembra che abbiamo raggiunto un punto di svolta nel 2018. Le voci silenziate si amplificano e gli organi di informazione puntano i riflettori sulle persone e sui gruppi che sfidano il cambiamento. Le pagine che seguiranno in questo numero, Designing the Future, fanno parte di quel cambiamento.
La parola “cambiamento” può essere intimidatoria, piena di aspettative di risultati e paura di fallire. Quindi voglio proporvi qualcosa: quando si guida una barca, un capitano può spostare la ruota di un grado e cambiare drasticamente il corso della barca. Vorrei sfidarvi, dopo aver letto questo numero, a fare uno spostamento di un grado, perché un piccolo cambiamento può fare un’enorme differenza.

Qui di seguito vi mostriamo il video della pagina ufficiale Instragram dell’attrice: