La lista dei buoni propositi del 2019 per il lavoro

Avete incluso qualche voce per il lavoro nella vostra lista dei buoni propositi del 2019?

Home > Lifestyle > La lista dei buoni propositi del 2019 per il lavoro

Lista dei buoni propositi del 2019 e lavoro, avete inserito qualche voce che riguarda anche la vostra occupazione e magari la vostra carriera? Spesso perdiamo di vista questo aspetto della nostra vita, concentrandoci di più su altro. Ma sarebbe bene mettersi di impegno per rendere questi 12 mesi unici anche dal punto di vista lavorativo. Magari per migliorare. O semplicemente per vivere bene le ore passate in ufficio!

Lista dei buoni propositi del 2019

Ogni anno facciamo una lista dei buoni propositi. Magari nel campo della salute. O per migliorare un po’ come persone. Perché non farlo anche nel lavoro per porci importanti obiettivi da raggiungere entro la fine dell’anno? I buoni propositi sono importanti, bisogna ragionare bene sulle cose da scrivere nella to do list. E poi bisogna impegnarsi per poterli portare a termine. O almeno provarci.

Marina Osnaghi, prima Master Certified Coach in Italia, spiega: “La regola fondamentale nel perseguire in maniera corretta i propri obbiettivi consiste nel non lasciarsi guidare da un mero impulso razionale, bensì da un’emozione pura e genuina. Ogni proposito è importante per agire a livello mentale e motivazionale, a patto che sia gratificante e non legato al senso del dovere“.

E poi aggiunge: “Un po’ come quando ai tempi della scuola si affrontava lo studio in maniera passiva, mentre si andava a giocare carichi di energia con i propri compagni. La stessa situazione si presenta in ambito lavorativo quando si tende più volte a rimandare un incarico ritenuto troppo pesante e all’apparenza impossibile. Le emozioni nascono anche per aiutare le azioni e, se piacevoli, aumentano la voglia di fare, anche se apporta fatica, tempo e stress”.

Allora cosa scrivere nella lista dei buoni propositi del 2019 dedicati al lavoro?

Lista dei buoni propositi del 2019 lavoro

Semplificare il lavoro

Cerchiamo di amministrare bene le nostre energie, per evitarci inutile stress.

Potenziare le relazioni

Scegliamo un paio di relazioni che, magari proprio a causa del troppo lavoro, abbiano coltivato poco. E cerchiamo di essere più presenti, facendo nascere opportunità di scambio.

Migliorare una cosa per volta

Inutile mettere troppa carne al fuoco. Soprattutto se vogliamo migliorare un qualche tipo di comportamento, meglio agire un passo alla volta.

L’importanza dei risultati intermedi

Non dobbiamo mai dimenticarci di dare importanza ai risultati intermedi. Anche se la fine ci sembra ancora lontana, meglio celebrare ogni traguardo che raggiungiamo.

Riconoscere ogni azione

Dobbiamo imparare a riconoscere la bontà di ogni nostra azione. E di chi ci sta accanto ogni giorno.

Imparare a chiedere aiuto

A volte ci sentiamo in imbarazzo, ma dobbiamo imparare a chiedere aiuto a chi ci sta vicino, cercando di capire chi può esserci vicino e può essere in grado di farlo.

Fare domande e ascoltare

Nella vita è importante saper fare le giuste domande. Ma anche saper ascoltare. Ed è fondamentale anche nel lavoro. La comunicazione viene prima di tutto.

Non trascurarsi

Impariamo a volerci bene e a prenderci cura di noi. Dedichiamo più tempo alla cura del nostro benessere psico fisico.

Soluzioni per le situazioni impossibili

Cerchiamo di capire quali sono quelle situazioni impossibili da affrontare e cerchiamo di trovare il modo per non volerci stare dentro. Non serve.

No al vittimismo

Il vittimismo non è d’aiuto a nessuno. Cerca di costruire il tuo “triangolo della vittoria in cui essere assertivo, avere cura di te e rispettare la tua vulnerabilità”.