Marte sempre più vicino alla Terra!

Marte si avvicina alla Terra, a mezzanotte la distanza minima!

Già dal tramonto, il pianeta rosso sarà ben visibile. Dall’ultima volta che è successo, sono passati quindici anni, e per rivedere il pianeta così vicino, bisognerà attendere il 6 ottobre 2020!

Tutti, di nuovo, con gli occhi fissi al cielo, questa notte. A pochi giorni dall’eclissi del secolo, dello scorso 27 luglio, Marte raggiungerà la distanza minima dalla Terra, pari a 57.590.630 chilometri. La separazione massima dei due pianeti è di circa 401 milioni di chilometri, e la distanza media è di 225.

ACQUISTA TAPPETINO FRESCO

Già dal tramonto, il pianeta rosso sarà ben visibile, ma è verso la mezzanotte che raggiungerà il punto più vicino alla Terra. Da metà agosto, la luminosità tornerà a diminuire. Il record di prossimità del 2003 (il primato degli ultimi 60 mila anni), però, sarà battuto solo nel 2287.

“Avendo un’orbita ellittica, Marte si trova periodicamente a una distanza minima e una massima dalla Terra, che non sono sempre le stesse”, ha spiegato all’ANSA Silvia Casu, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf)-Osservatorio Astronomico di Capodimonte. “La minima distanza di questi giorni è un’occasione ghiotta sia per le osservazioni amatoriali che scientifiche. La Nasa nei giorni scorsi ha ad esempio potuto scattare alcune immagini straordinarie, che mostrano una tempesta di sabbia globale che copre molti dettagli della superficie marziana“.

In queste occasioni, si possono lanciare nuove missioni: la vicinanza rende il viaggio più breve. Nel 2020, infatti, l’Europa lancerà la missione ExoMars 2020, per cercare tracce di vita presente, o passata, su Marte!

Attenzione però alle fake news! Marte grande come la Luna? Certo che no! “Non è vero che il 31 luglio Marte appare grande come la Luna. Se così fosse – puntualizza la Nasa – sulla Terra avremmo enormi problemi legati all’attrazione gravitazionale di Marte e Luna insieme”.