Pokemon Go: cos’è e come funziona

 

Che vi piaccia o no, che siate favorevoli o contrari, non ci potete fare niente: Pokemon Go è il gioco dell’estate 2016. La Nintendo ha fatto centro, unendo un “vecchio” cartone animato degli anni Novanta alla realtà aumentata, per un videogame che per la prima volta fa uscire i giocatori di casa, con tutti i rischi del caso se attraversate tenendo il muso incollato allo smartphone. Se ancora non ci avete mai giocato o se avete scaricato l’app, ma non sapete cosa farne, ecco una guida semplice semplice a prova di dummies!

pokemon-go1
Pokemon Go

Innanzitutto, sappiate che Pokemon Go è il primo videogioco per smartphone dedicato ai Pokemon (i personaggi inventati nel 1996 da Satoshi Tajiri). In Italia è disponibile dal 15 luglio, ecco da dove scaricarlo: attenti ai cloni dell’app!

App Store per iPhone

Play Store per Android

Una volta scaricata l’app, sappiate che l’obiettivo del gioco è quello di catturare i Pokemon nella vita reale: quindi mettetevi le scarpe comode e cominciate a girare per la vostra città. E’ un modo come un altro per scoprire angoli nascosti mai visti prima.

Come si inizia a giocare

– Aprite l’app

– Registratevi gratuitamente o con il vostro account di Google (dovete inserire username e password) o creando un account Pokemon Trainer Club

– Una volta registrati, potete scegliere che aspetto dare al vostro giocatore e il nome del personaggio: dovrete sceglierne uno unico, quindi se qualcun altro ve l’ha già preso, dovrete avere delle alternative.

– A questo punto dovrete scegliere il primo Pokémon da catturare tra Bulbasaur, Charmander e Squirtle (anche se potete anche prendere Pikachu, semplicemente ignorando gli altri Pokemon ogni volta che il gioco ve li propone: si stancherà prima o poi e vi darà il vostro Pikachu!).

– Per catturare un Pokemon dovete lanciargli contro la Poke Ball, cercando ovviamente di centrarlo. Più forte premete il dito sullo schermo, più forte sarà il lancio.

– Dopo aver catturato il primo Pokemon, eccovi la mappa di dove siete, dove dovrete cercare i Pokemon.

pokemon-go2
I pokemon sono dappertutto

– Cercate i Pokemon in luoghi e orari diversi, per avere maggiori possibilità di trovarne di più.

– Esistono anche delle palestre dove sfidarsi con altri allenatori, ma prima di accedervi dovrete raggiungere il livello 5.

– Adesso non vi resta che andare in giro a scovare Pokemon e se finite le Poke Ball, niente paura, ve ne regalano a ogni passaggio di livello ed esistono in ogni città dei punti dove ricaricarsi, i cosiddetti PokeStop.

– I Pokemon possono anche essere allenati per combattere e potete anche scattare foto degli animaletti nel luogo reale dove li trovate, per condividerli con gli amici.

Se state cercando dei consigli, i nostri amici di Multiplayer ne hanno molti per voi:

Se siete già abili, invece, ecco le strategie avanzate del gioco:

Se non riuscite ad accedere, non gettate il telefonino pensando che sia rotto: sono i server che sono intasati. Diversa la storia se il vostro smartphone è vecchio: purtroppo l’app non funziona con i telefonini troppo datati.

Bracciale Pokemon Go

bracciale-pokemon-go
Bracciale Pokemon Go

Se l’app per giocare è gratuita, anche se sono previsti acquisti da fare in futuro per avere maggiori opportunità, sappiate che presto potrebbe essere messo in commercio il Pokemon Go Plus, un bracciale bluetooth che consente di ricevere notifiche e di catturare i Pokemon senza stare con il naso incollato sul telefonino. Dovrebbe arrivare nei prossimi mesi.

Beh, non ci resta che augurarvi buona caccia… E occhi sempre aperti, non solo sui Pokemon, ma anche sui possibili pericoli in strada: non giocate mai mentre guidate l’auto!

di Redazione