La Spagna abbasserà l’IVA sugli assorbenti

Lo ha detto la ministra delle Finanze: attualmente l'IVA è al dieci per cento e sarà portata al quattro

Home > Lifestyle > La Spagna abbasserà l’IVA sugli assorbenti

La ministra spagnola delle Finanze, María Jesús Montero del Partito socialista (PSOE), ha detto che dal prossimo anno in Spagna l’IVA sui prodotti femminili necessari, come gli assorbenti, sarà abbassata al 4 per cento.

spagna-abbassa-iva-assorbenti

La ministra ha spiegato che oggi “gli assorbenti non sono considerati prodotti di base necessari” e che sono attualmente soggetti a una tassa del 10 per cento, pari a quella di altri prodotti che invece sono meno necessari.
La tassazione sugli assorbenti è un tema di discussione e lotta politica in molti paesi d’Europa e del mondo. Diverse associazioni e movimenti femministi chiedono da tempo che venga rimossa o ridotta l’aliquota massima solitamente prevista, proprio perché le mestruazioni non sono una scelta ma una necessità, e perché i costi ricadono interamente sulle donne.

spagna-abbassa-iva-assorbenti

Circa due anni fa in Spagna, dove il movimento femminista è molto importante e ha ispirato lotte anche nel resto del mondo, centinaia di donne avevano avviato la campagna Tamponi dal Canada per ordinare assorbenti in massa. Il Canada, nel 2015, ha infatti eliminato la cosiddetta “tampon tax“. Nella loro presentazione le promotrici della campagna dicevano: “Donne, abbiamo già sanguinato abbastanza, quindi uniamoci in modo che il governo spagnolo non ci faccia più sanguinare”.

Il principio di queste proteste è che, ovviamente, le mestruazioni non sono una scelta, come non lo è il fatto di dover comprare degli assorbenti: applicare a questi prodotti la stessa IVA applicata ai beni di lusso è un paradosso!