Trucco facile per i bambini per imparare a fare le moltiplicazioni

Come insegnare ai bambini a fare le moltiplicazioni? Ecco un trucco davvero semplice e veloce.

Home > Lifestyle > Trucco facile per i bambini per imparare a fare le moltiplicazioni

I bambini sanno quanto non sia facile imparare a fare le moltiplicazioni. Per molti di noi tabelline e operazioni con il per possono sembrare banali, ma per gli studenti della scuola primaria non è così scontato come potrebbe sembrare. Soprattutto le tabelline sono uno scoglio molto duro da superare. Ma se vi dicessimo che esiste un modo semplice e veloce per imparare a moltiplicare?

Se la somma e la sottrazione sono già una grande conquista, soprattutto per i bambini che non amano la matematica, quando si arriva alle moltiplicazioni tutto diventa più complicato. In particolare imparare le tabelline a memoria può risultare difficile per i più piccoli studenti, come può risultarlo anche dover moltiplicare piccoli o grandi numeri tra loro.

imparare a moltiplicare

Ecco perché si dovrebbe ricorrere a tutti i trucchi semplici e veloci che consentono ai bambini di fare le moltiplicazioni e capirne al tempo stesso il meccanismo. In questo modo fare i compiti di matematica sarà più facile. Il trucco che da tantissimi anni viene usato nelle scuole di tutto il mondo ha un nome: si chiama tabella di Pitagora.

tabella di Pitagora

La tabella di Pitagora è uno dei metodi più facili per insegnare ai bambini a fare le moltiplicazioni velocemente. Si può moltiplicare verticalmente e orizzontalmente senza alcun problema, arrivando a memorizzare i risultati delle operazioni di base. Prendete ad esempio il numero 3 della colonna verticale e il numero 6 della colonna orizzontale, unendo i loro percorsi arriverete al numero 18. E, infatti, 6×3 fa 18!

trucco-facile-per-i-bambini-per-imparare-a-fare-le-moltiplicazioni

Grazie alla tavola pitagorica i bambini possono imparare velocemente le tabelline e anche la proprietà commutativa della moltiplicazione, che ci dice che anche cambiando l’ordine dei fattori il risultato non cambia. 6×3 fa 18 e 3×6 fa sempre 18, non cambia proprio niente.

Trovate un modo divertente per far piacere la matematica anche ai bambini più restii ad apprezzarne le regole!