Venerdì 17 porta sfortuna

Venerdì 17 porta sfortuna? La storia e le motivazioni di questa superstizione

Preoccupati per il Venerdì 17? Ecco cosa dovete sapere su questo giorno per non avere paura

Venerdì 17 porta sfortuna: ne sono convinti i superstiziosi che, a gran voce, indicano questo giorno come il peggiore dell’anno. Ma sarà davvero così? Cosa ha spinto le persone a considerarlo funesto e qual è la storia, le motivazioni e il significato di questo giorno? Scopriamolo insieme.

L’avrete già sentito: il Venerdì 17 porta sfortuna. Un’affermazione che non lascia posto alle interpretazioni e che mette in allerta i più superstiziosi. Ma, anche chi non ci crede alla storia del Venerdì 17, non riesce a fare a meno di provare un po’ di preoccupazione.

E, quando il venerdì 17 cade in un anno bisesto, le cose diventano ancora più complicate. Molti evitano di uscire addirittura di casa per evitare problemi. Ma cosa ha spinto le persone considerare il Venerdì 17 un giorno sfortunato?

Venerdì 17: storia e significato del giorno più sfortunato dell’anno

Venerdì 17

Ci sono diverse scuole di pensiero. Fondamentalmente, in Italia, il motivo di questa credenza è la combinazione di due elementi nefasti: giorno venerdì e numero 17. Il Venerdì è considerato un giorno sfortunato in tutto il mondo perché è il giorno della morte di Gesù Cristo.

giorno Venerdì 17 sfortunato

La sfortuna del numero 17 riguarda solo l’Italia e alcuni paesi di origine greco-latina ma ci sono diverse ragioni. Una di queste risale alla numerazione romana. Il 17 nella numerazione romana si scrive XVII che, anagrammato, diventa VIXI, cioè “vissi“ o “sono morto”. La parola VIXI la troviamo spesso sui sepolcri degli antichi latini e non ha una valenza bene augurante.

giorno sfortunato

Il numero 17 non era particolarmente amato nell’antica Roma anche perché, dopo la disfatta di Teutoburgo del 9 d.C., i romani persero le legioni 17, 18 e 19.

C’è anche una motivazione religiosa. Come ben sapete, il Diluvio Universale iniziò proprio il 17, come afferma il testo dell’Antico Testamento.

In Italia, dunque, il numero sfortunato è il 17 e non il 13 come nel resto del mondo. Esiste, addirittura, un disturbo psicologico chiamato eptacaidecafobia che è la paura del numero 17.

Dunque, in conclusione, possiamo dire che nel mondo ci sono molte persone convinte, per vari motivi, che il Venerdì 13 porti sfortuna ma in Italia questa credenza riguarda il Venerdì 17. Ci sono, addirittura, alcuni trucchi scaramantici per sopravvivere alla giornata più sfortunata dell’anno.

Frasi più belle per il fidanzato: tutte quelle per sorprenderlo

La storia di Holly, la bambina "capellona"

La storia di Paul e Barbara e la bugia sulla gravidanza

L'importante avvertimento di una mamma su ciò che le è successo con un fasciatoio

Sintomi malocchio: se ti succedono queste cose, è perché qualcuno ti ha fatto una fattura

Frasi più belle per la fidanzata: le migliori

Cosa succede al corpo dopo la morte? Ve lo rivela un medico