Sintomi della gravidanza extrauterina

I sintomi della gravidanza extrauterina

Sintomi della gravidanza extrauterina: ecco i segnali e le cause

Cos’è la gravidanza extrauterina? Quali sono i sintomi che possono portare le donne a capire che qualcosa nella gravidanza in corso, nelle prime settimane, non va nel verso giusto? Quali sono le cause? Ecco tutto quello che dovremmo sapere in merito.

gravidanza extrauterina sintomi

La gravidanza ectopica o gravidanza extrauterina si manifesta quando l’ovulo fecondato si impianta e dà inizio a una gravidanza, ma l’ovulo non cresce come dovrebbe dentro l’utero. In pratica l’impianto avviene fuori dall’utero. Una gravidanza in queste condizioni non è assolutamente possibile. Solitamente l’embrione si impianta nella tuba di Falloppio, ma anche nella cervice, nell’ovaio e in altre parti dell’apparato genitale femminile.

Come si manifesta la gravidanza extrauterina

Come si manifesta la gravidanza extrauterina

Con quali segnali si presenta la gravidanza extrauterina? Proprio come avviene per le gravidanze che hanno esito migliore, anche in questo caso la donna si accorge di essere rimasta incinta perché il ciclo mestruale è assente. Si potrebbero anche sperimentare nausea e dolore al seno, sintomi che la gravidanza extrauterina ha in comune con i sintomi della gravidanza nei primi giorni. Quando però i giorni passano, sono altri i segnali che non devono essere sottovalutati.

Dolori della gravidanza extrauterinav

La donna può sperimentare un dolore pelvico anche molto intenso e persino sanguinamenti vaginali, che potrebbero indicare che l’impianto dell’embrione, purtroppo, non è avvenuto in maniera corretta. Spesso si prova anche un intenso stimolo come se si dovesse andare in bagno. In queste condizioni l’embrione è destinato purtroppo a morire e se non si interviene in tempo potrebbe anche causare problemi seri alla salute femminile.

Donne con gravidanza extrauterina

Cause e fattori di rischio

Quando si parla di gravidanza extrauterina non esistono cause specifiche. Ci sono però dei fattori di rischio da non sottovalutare:

  • precedenti gravidanze extrauterine
  • tube di Falloppio ostruite o danneggiate per infezioni
  • clamidia
  • gonorrea
  • malattie sessualmente trasmissibili
  • trattamenti per la fertilità
  • fumo

Sintomi della gravidanza extrauterina

Terapia

7 gravidanze extrauterine su 10 terminano con un aborto spontaneo nelle prime settimane di gravidanza. Il dato che deve far presupporre che c’è qualcosa che non va sono le hCG che non crescono, ma al contrario diminuiscono. Il ginecologo sicuramente saprà accompagnarvi in questo percorso della massima urgenza. Se non c’è stato un aborto spontaneo, infatti, si deve intervenire chirurgicamente nel minor tempo possibile per preservare la salute della donna.