La storia di Kalea e Noah Avery

A soli sei anni, le viene diagnosticato un tumore al cervello. Dopo 14 giorni, il suo fratellino di quattro anni, riceve la stessa diagnosi

Home > Mamma > La storia di Kalea e Noah Avery

Era un giorno come un altro, quando la figlia di questi due genitori, Duncan e Nohea, una bambina di sei anni di nome Kalea Avery, continuava a ripetere loro di avere un forte mal di testa. L’emicrania è forse la cosa più comune che colpisce un essere umano e, inizialmente, non è motivo di allarme. La piccola però, continuava ad avere questo dolore insopportabile e alla fine i suoi genitori decisero di portarla dal medico.

Una visita medica che ha segnato l’inizio di una cruda realtà per questa famiglia della California. I medici hanno diagnosticato alla piccola Kalea un medulloblastoma, un tumore canceroso, ma curabile, che inizia alla base del cranio e si diffonde ad altre parti del cervello e della colonna vertebrale. L’ospedale decise di sottoporla ad un intervento, seguito poi da un ciclo di cure. Mentre, però, la bambina era ricoverata, il suo fratellino di quattro anni, Noah, iniziò a mostrare un comportamento molto strano. Dormiva più del normale e non era da lui. Poi iniziò a lamentarsi spesso per la testa, non riuscendo, a volte, a stare in piedi. Il pensiero iniziale di questi due genitori, fu che Noah fosse stressato e impaurito dalla situazione di sua sorella, ma la realtà era molto peggio. Dopo averlo visitato, i medici erano confusi e non sapevano cosa dire, il bambino aveva lo stesso tumore di sua sorella, nello stesso esatto punto. Un caso che non si era mai verificato prima. Kalea è stata sottoposta all’intervento l’11 giugno del 2018 e pochi giorni dopo, il 25 giugno, è toccato anche a Noah. Adesso i sue fratellini si stanno sottoponendo ad un ciclo di chemio e radio, supportandosi l’uno con l’altro.

Duncan e Nohea hanno smesso di lavorare per stare vicino ai loro figli ed amici e parenti li stanno aiutando in ogni modo. Hanno anche creato una raccolta fondi, per aiutarli con le spese mediche. Fino ad ora sono riusciti a raccogliere 211.000 $.

La loro storia si è diffusa in ogni parte del mondo, per via della coincidenza incredibile.

Oggi persone da ogni parte del mondo, stanno mandando a questa famiglia, il proprio supporto e il proprio piccolo contributo. Se volete farlo anche voi, vi lasciamo, di seguito, il link della pagina GoFoundMe.

Leggete anche: Il trapianto del piccolo Alex è riuscito