La storia di Rachel

Il post di Rachel, dopo che è stata costretta a mettere al mondo la bambina morta..

Dover partorire un bambino morto, è un dolore che nessun genitore dovrebbe mai vivere. Ecco perché, oggi abbiamo deciso di raccontarvi la storia di una mamma, chiamata Rachel Whalen, che ha commosso il mondo. La sua gravidanza stava procedendo molto bene. Nessuno si era reso conto che purtroppo, la sua piccola Dorothy, non era in ottima salute.

la-storia-di-Rachel-che-ha-partorito-sua-figlia-morta

Per questo motivo, la donna è andata in ospedale, credendo che stesse per conoscere la sua prima figlia. Però, la realtà è stata un’altra ed ha spezzato il cuore di questi due genitori. Rachel, alla fine, ha deciso di pubblicare un messaggio che è diventato virale ed ha commosso il mondo. Ha scritto: “Alle infermiere. Grazie per avermi salvata. Le vostre capacità e le vostre conoscenze, mi hanno aiutato a seguire la mia piccola fino alla sua morte, ma è stata la vostra compassione che ha ridato la vita. L’umanità e la bontà che mi avete mostrato, mi ha dato la vita. Mi avete fatto capire che dopo la morte, potevo ancora vivere. Grazie alle infermiere che hanno dato abbastanza cuscini a mio marito, quando doveva stare con me nella stanza dell’ospedale. Grazie, perché mi avete fatto anche da avvocato, quando stavo male e non riuscivo nemmeno a parlare, per cercare di sopravvivere. Grazie all’infermiera che mi ha permesso di mettere nel mio seno il ghiaccio, quando la mia Dorothy è venuta al mondo morta, per far ritirare il latte. Voglio anche ringraziato per avermi abbracciato, quando non riuscivo a far uscire la mia bambina. Grazie all’infermiera che in terapia intensiva, è venuta a ripulirmi dopo che ho partorito. Un ringraziamento speciale, però, va alla donna meravigliosa che è entrata nella mia stanza durante la notte, mi ha chiesto di Dorothy e si è allungata vicino a me, solo per tenermi la mano.

la-storia-di-Rachel-che-ha-partorito-sua-figlia-morta 1

Grazie anche all’infermiera che ha vestito la mia bambina e le ha fatto la foto. Grazie per esserti assicurata che il cappello non coprisse i suoi occhi e che le sue manine fossero posizionate con grazia. Quella foto per noi è il mondo. 

la-storia-di-Rachel-che-ha-partorito-sua-figlia-morta 2

Infine, voglio ringraziare le infermiere che mi hanno visto nella mia seconda gravidanza, con la sorellina di Dorothy, Frances e non hanno dimenticato di quello che è accaduto prima. 

la-storia-di-Rachel-che-ha-partorito-sua-figlia-morta 3

La nascita di questa bambina, non mi ha fatto diventare mamma per la prima volta, mi ha fatto diventare madre di due figli. Grazie, per quello che avete fatto!”

la-storia-di-Rachel-che-ha-partorito-sua-figlia-morta 4

Il post di Rachel, è del tutto incredibile e noi non riusciamo nemmeno ad immaginare il dolore che questa donna ha provato. Noi non possiamo fare altro, che farle i nostri più sinceri auguri.

Potete leggere anche: La terribile storia di Kristy Watson