Quattordicenne si presenta in ospedale per dare alla luce il suo terzo figlio

Quattordicenne si presenta in ospedale per dare alla luce il suo terzo figlio. Gli operatori sanitari chiamano le autorità

Home > Mamma > Quattordicenne si presenta in ospedale per dare alla luce il suo terzo figlio

Questa storia si è verificata nello stato messicano di Coahuila, nella città di Monclova, più precisamente, nell’ospedale Amparo Pape. Il direttore della struttura, il dottor Ángel Cruz García Rodríguez, ha contattato le autorità, dopo che una ragazzina di quattordici anni si è presentata per partorire un bambino, per la terza volta. L’identità della minorenne non è stata rivelata ai media, così come nessuno sa chi sia il papà dei suoi bambini.

Il direttore dell’ospedale è stato intervistato da diversi giornalisti. Ha confermato quando accaduto e spiegato che le gravidanze nelle adolescenti al di sotto dei 18 anni sono, purtroppo, una situazione molto comune che deve essere affrontata. Questo è il motivo per cui ha chiamato le forze dell’ordine, ma non ha voluto rivelare altro, poiché aveva l’obbligo di mantenere la privacy della quattordicenne. A questa età, il corpo di una “ragazzina”, non è ancora del tutto sviluppato e una gravidanza può mettere a rischio mamma e figlio, soprattutto come nel caso di questa giovane, che ha avuto tre gestazioni, nel giro di poco tempo. La situazione adesso è nelle mani del Ministero della Salute e del Procuratore generale, che stanno facendo del loro meglio per gestirla. Purtroppo non siamo riusciti a trovare ulteriori informazioni, la cosa risale solo a poche settimane fa. Non ci sono informazioni nemmeno sulla famiglia della quattordicenne. Le indagini sono partite, poiché le autorità vogliono accertarsi che non si tratti di altro caso di abuso sui minori, poiché il tasso sta aumentando in modo preoccupante. Nell’ultimo periodo, in questo stesso ospedale, sono state almeno sei le bambine che hanno partorito, con un età inferiore ai tredici anni.

Non è la prima volta che si sente parlare di questo problema nello stato messicano, ma è la prima volta che sentiamo che si stanno prendendo dei provvedimenti, per mettere fin e alla cosa.

Non appena le indagini saranno terminate, probabilmente si saprà di più su questa storia. Per quanto riguarda l’identità della quattordicenne, sarà rivelata soltanto se lei darà il consenso, essendo minorenne, ha tutto il diritto di mantenere la sua privacy.

Rimaniamo, quindi in attesa, di ulteriori informazioni. Mamma e tre figli, sono adesso sotto la custodia dei servizi sociali.

Leggete anche: Ragazzo diventa nonno a 23 anni: la sua storia è incredibile