Skunk Anansie

Che fine hanno fatto gli Skunk Anansie? Scopriamo cosa fa oggi la band

gli Skunk Anansie, con un sound potente e rabbioso abbinato a melodie suggestive e alla forte immagine di Skin hanno grande successo

Nella seconda metà degli anni novanta, gli Skunk Anansie, con un sound potente e rabbioso abbinato a melodie suggestive e alla forte immagine di Skin, la frontwoman ottengono successo in tutto il mondo, anche nel nostro paese. Ripercorriamo la loro carriera e scopriamo cosa fa oggi la band.

Skunk Anansie

Oltre a Skin alla voce, la band è formata da Cass Lewis al basso, Ace alla chitarra e Mark Richardson alla batteria. Il loro esordio discografico è Paranoid & Sunburnt del 1995, Selling Jesus è il singolo di punta, ma l’album contiene diversi brani che si fanno notare, come Charity e Weak.

Un paio di curiosità, Weak è stata la sigla di Sipario, programma di Rete 4 e la batteria nell’album è stata registrata dal primo batterista Robbie France che non compare nella copertina perché aveva già lasciato la band.

L’anno dopo, nel 1996, esce Stoosh, che conferma il talento della band e la sua potenza espressiva. Tra i singoli Hedonism, All’I Want, Twisted.

Il Successo e lo scioglimento

Skunk Anansie

Gli Skunk Anansie sono già decisamente popolari, ma nel 1999, fanno il passo decisivo per la celebrità. Post Orgasmic Chill e i suoi singoli, Charlie Big Potato, Lately e soprattutto Secretly sdoganano definitivamente la band a livello mondiale.

Un successo forse troppo grande e difficile da gestire, ma anche voglia di misurarsi con qualcosa di nuovo. Fatto sta che il gruppo si scioglie e ognuno dei membri si darà alla carriera solista.

Skin, pubblicando i due album Fleshwounds e Fake Chemical State. Ace ha prodotto un album, Still Hungry, Mark Richardson ha suonato la batteria per i Feeder mentre Cass, oltre a coltivare la passione per la fotografia, ha registrato l’album Scars con Gary Moore.

Gli ultimi anni e gli ultimi progetti

Gli Skunk Anansie tornano, nel 2010, 11 anni dopo l’album della consacrazione, con Wonderlustre che arriverà primo in classifica, ma solo in Italia. Tra i singoli My ugly boy, You saved me, Over the love.

Due anni dopo è la volta di Black Traffic, tra i brani, I believed in you e This is not a game. Anche in questo caso, l’album vende meglio in Italia che nel resto del mondo. Così come per l’ultimo album del 2016, Anarchytecture.

Love Someone Else, Without you, sono i brani di punta, ma le vette delle classifiche sono ormai un ricordo. Per festeggiare i 25 anni di carriera, la band nel 2019, ha fatto uscire un album live, dal titolo 25Live@25.

Che fine ha fatto Nikka Costa? Scopriamo cosa fa oggi la cantante

Che fine hanno fatto i Tokio Hotel? Scopriamo cosa fa oggi la band

Il ritorno degli anni Novanta: le canzoni che riprendono la vecchia dance

Che fine hanno fatto i Duran Duran? Scopriamo cosa fa oggi la band

Che fine hanno fatto i Good Charlotte? Scopriamo cosa fa oggi la band

Che fine ha fatto Paolo Meneguzzi? Scopriamo cosa fa oggi il cantante

Che fine hanno fatto gli Eurythmics? Scopriamo cosa fa oggi la band