Boosta

Chi è Boosta? Conosciamo meglio l’ex compagno di Miriam Leone

Boosta, l'ex compagno di Miriam Leone è il tastierista dei Subsonica che da qualche anno ha intrapreso la carriera solista

Davide Dileo in arte Boosta è stato per quattro anni il compagno di Miriam Leone e ancor precedentemente di Fernanda Lessa, dalla quale ha avuto due figli.

Ripercorriamo la sua carriera e conosciamo dunque meglio il tastierista e co fondatore dei Subsonica, che da qualche anno ha intrapreso anche la carriera solista.

Boosta, gli inizi

Davide nasce a Torino nel 1974 e dopo gli studi di pianoforte al Conservatorio, fonda nel 1996 i Subsonica. Band che nel giro di pochi anni saprà imporsi mettendo tutti d’accordo, media, critica e pubblico.

Il tutto, grazie a una commistione di generi che ha pochi precedenti, quanto meno nella musica italiana di quell’epoca. Su sonorità tipicamente elettroniche, i nostri innestano i vari generi, dal funk al reggae, senza dimenticare il rock e la canzone d’autore.

I primi due album targati Subsonica, il primo omonimo del 1997 e Microchip Emozionale del 1999 portano la band al successo, a girare live l’Italia in lungo e in largo e dulcis in fundo al Festival di Sanremo con “Tutti i miei sbagli”.

Boosta, gli album della maturità coi Subsonica

Dopo un periodo di pausa Boosta e i Subsonica lanciano sul mercato “Amorematico”, l’album della definitiva consacrazione per la band, con i singoli, Nuvole rapide e Nuova ossessione.

Tre anni più tardi, è la volta di “Terrestre”, che contiene la splendida “Incantevole” tra le altre ottime canzoni. Ma i Subsonica sono in quella fase della carriera, dove davvero non devono dimostrare niente a nessuno.

Davide inizia dunque una serie di progetti paralleli, a cominciare da Iconaclash, dove rifà a suo modo brani italiani degli anni ’80 e Caesar Palace, insieme a membri dei Linea 77, spostandosi decisamente verso il rock.

La stanza intelligente

Boosta

Nel corso degli ultimi anni, Boosta ha scritto per Mina, Malika Ayane e altri artisti, ha scritto racconti e romanzi, ha curato rubriche per Repubblica e per La Stampa, ha fatto radio ed è stato persino insegnante ad Amici di Maria De Filippi.

Ma soprattutto, oltre a realizzare altri ottimi album con i Subsonica, ha pubblicato nel 2016, l’album “La stanza intelligente”, un vero e proprio gioiello intimista che non può non toccare il cuore di chi l’ascolta.

Molte delle canzoni sembrano incentrate sul rapporto con Miriam Leone. Non è un caso che il primo singolo estratto è stato il brano “1993” come il titolo della serie tv con Miriam protagonista, di cui Davide ha curato la colonna sonora.

Miriam e Davide

Boosta

Miriam e Davide, quattro anni d’amore intenso (2011-2015), sotto i riflettori, inevitabilmente. La Leone in un’intervista ha riassunto così, cercando di spiegare i motivi della fine della loro storia.

“L’amore eterno esiste, ne ho le prove, ma non era questo il caso: per quel che mi riguarda, sono tutti i momenti di felicità che conservi. Credo che l’amore sia larghezza, non lunghezza, conta quanto ti dai durante un rapporto”.

Il nuovo album di Boosta, il successore de La stanza intelligente, si intitola Facile, ed uscirà il 30 di ottobre. Queste le sue parole per presentare l’album: “Ho immaginato e scritto la colonna sonora del silenzio di chi ascolta questo disco”.

Che fine hanno fatto i Good Charlotte? Scopriamo cosa fa oggi la band

Che fine ha fatto Nikka Costa? Scopriamo cosa fa oggi la cantante

Che fine ha fatto Daniele Groff? Scopriamo cosa fa oggi il cantautore

Che fine hanno fatto i Tokio Hotel? Scopriamo cosa fa oggi la band

Il ritorno degli anni Novanta: le canzoni che riprendono la vecchia dance

Le migliori canzoni d'amore italiane e straniere

Che fine ha fatto Paolo Meneguzzi? Scopriamo cosa fa oggi il cantante