tumore ovarico di 70 kg

Tumore ovarico di 70 kg: un caso del tutto nuovo per la medicina

Un intervento senza precedenti all'ospedale le Molinette di Torino

Una donna si era recata all’ospedale Molinette di Torino con una forte crisi respiratoria. Attraverso degli accertamenti sulle cause i medici si ritrovarono davanti ad un caso mai visto in tutta la storia della medicina. Si trattava di un tumore ovarico che aveva raggiunto delle dimensioni incredibili tali che la paziente non riusciva più nemmeno a respirare.

ospedale molinette

La massa tumorale di natura benigna esercitava una tale pressione all’interno del corpo della donna che le comprometteva gravemente la respirazione. Infatti il suo peso complessivo era di 70 kg ed era maggiore addirittura del peso della paziente stessa.

La donna era giunta al pronto soccorso dell’ospedale in gravissime condizioni. I suoi polmoni come il resto degli organi interni erano letteralmente schiacciati dal peso di quello che si era rivelato un cistoadenoma del peso di 25 kg.

Solo grazie all’intervento dell’equipe di eccellenza della struttura era riuscita a sopravvivere miracolosamente. I medici avevano pensato di intubare la paziente con ventilazione meccanica per stabilizzarne le condizioni. Successivamente la donna dovette sottoporsi a due interventi chirurgici .

Con la prima operazione, il dott. Ezio Falletto era riuscito ad asportare la parte liquida della massa. Un quantitativo impressionante che corrispondeva a 52 litri di sostanza. Grazie a questo intervento erano riusciti a diminuire il volume del tumore consentendo agli organi interni di non soffrire più per l’eccessiva pressione. Infatti in seguito a ciò poterono estubare la donna che riusciva così a respirare da sola.

Successivamente, con il secondo intervento in sala operatoria, il dott. Francesco Moro riuscì ad asportare la parte solida del tumore. Il peso totale di questa era di 25 kg.

Grazie ad un intervento senza precedenti la donna era sana e salva. Infatti passò dal reparto di rianimazione a quello di chirurgia. Una volta superato con successo l’intervento cambiò reparto passando a quello di dietetica e nutrizione clinica al fine di ristabilizzarsi fisicamente. Infatti l’intento dei dottori era quello di rimetterla in sesto facendole riacquistare 7 chili di peso.

LEGGI ANCHE: Riccardo Scamarcio torna dall’ex compagna Angharad Wood