Alessandro Haber sedia a rotelle

Alessandro Haber da 8 mesi su una sedia a rotelle: “Colpa di un intervento andato male”

L'attore ha confessato la sua problematica in un'intervista rilasciata a Libero.

Momento non facile per Alessandro Haber, costretto da 8 mesi su una sedia a rotelle. L’attore 75enne è uno dei più apprezzati artisti del cinema e del teatro italiano.

Oggi ha raccontato dalle pagine del quotidiano Libero ciò che sta vivendo. A causa di un intervento chirurgico andato male, Alessandro è costretto da 8 mesi su una sedia a rotelle. “Sto facendo terapie per una operazione che non è andata bene. Poi ne ho fatta un’altra. Sto provando a riprendermi. Fatto sta che guardo il mondo a mezz’altezza” – ha confessato.

Alessandro Haber sedia a rotelle
Fonte.: web

Nonostante la sua condizione limitante non ha perso il modo di continuare a lavorare. “Lavoro, provo in teatro, vado ai concerti. Però non sono autonomo” – ha detto.

Non è chiaro cosa sia successo visto che l’attore non è entrato nello specifico della situazione. Non si sa a quale intervento si è sottoposto e cosa non è andato per il verso giusto. Così come non è chiaro se riuscirà a tornare alla vita di prima guarendo da questa condizione che, si spera sia temporanea.

Haber è uno degli attori più apprezzati e nel corso della sua carriera ha vinto anche un David di Donatello, un Globo d’oro e cinque Nastri d’argento. Tra gli ultimi film a cui ha preso parte anche L’ombra di Caravaggio per la regia di Michele Placido che è attualmente al cinema e sta riscuotendo un grande successo.

Tra i vari ruoli, al cinema nel 2018 è stato il Cardinale Mazzarino nel film Moschettieri del re – La penultima missione di Giovanni Veronesi, mentre nel 2019 è tornato, a lavorare con Pupi Avati nel suo nuovo film Il signor Diavolo tratto dall’omonimo romanzo scritto dallo stesso Avati.

Molto attivo anche in teatro, negli ultimi anni sta girando i migliori teatri italiani portando lo spettacolo Haberowski in cui interpreta gli scritti e le poesie dello scrittore americano cult Charles Bukowski.