Amici di Maria De Filippi prima edizione

Amici di Maria De Filippi, ex allieva scomparsa prematuramente

L'ex ballerina è venuta a mancare all'età di 40 per via di un brutto male

In questi giorni il programma Amici di Maria De Filippi sta vivendo un grande lutto. Qualche ora fa è infatti emersa la notizia della prematura scomparsa di un’ex allieva del programma prodotto e condotto da Maria De Filippi. Si tratta della ballerina Daniela Romano, scomparsa prematuramente all’età di 40 anni per via di un brutto male.

Amici di Maria De Filippi prima edizione

Lutto nel mondo dello spettacolo. Come già anticipato, un’ex allieva della scuola di Amici di Maria De Filippi è scomparsa all’età di 40 anni a causa di un brutto male che non è riuscita a sconfiggere. Si tratta di Daniela Romano, ballerina che ha partecipato alla prima edizione del talent prodotto e condotto da Maria De Filippi, che allora aveva il nome di Saranno Famosi.

A rendere pubblica la notizia è stata l’amica di Daniela, Mirna, che sui social ha condiviso un messaggio che ha lasciato tutti senza parole:

Si stringe lo stomaco, si stringe il cuore… ci stringiamo noi in un forte abbraccio di dolore… noi che ti abbiamo vissuta e chiedevamo agli altri, da lontano, come stavi. La Vita a volte è davvero crudele per noi esseri umani che ancora non riusciamo a comprendere le scelte della Natura. Ti pensiamo Daniela. Ti pensiamo forte da quaggiù.

Al messaggio di Mirna ne sono seguiti altri, tra cui quelli degli ex concorrenti della prima edizione di Saranno Famosi. Dennis Fantina ha infatti scritto sulla sua pagina Instagram:

Ciao Daniela… fai buon viaggio.

Non è poi mancato quello di Paolo Idolo, con cui Daniela ebbe un flirt durante il programma. Queste sono state le sue parole:

Ci fu un primo sguardo, quando eravamo sui lati opposti degli spalti, solo che io l’avevo già notata un paio di sguardi prima…ma erano solo i miei, lei doveva ancora accorgersi di me. Speravo che, non solo alzasse lo sguardo verso di me, ma che mi notasse anche. La folla di gente era straripante in quei due semicerchi di scale. E cosi accadde, ed io non potevo crederci, tanto che cominciammo a conversare con gli occhi e fu come se io già sapessi che poi ci saremmo trovati ad essere compagni di banco. Un rapporto che poggiava tra la preponderante voglia di innamorarsi e l’immaturità dell’età stessa che portava inevitabilmente ad incomprensioni irrisolte ma delle quali poi ce ne fregava ben poco….perché ci volevamo comunque. Lo stesso rapporto che, con il tempo e con gli anni, avrebbe affondato le proprie radici sulla nostra crescita, rendendolo più consapevole e maturo, provando del sano affetto reciproco, quello vero, quello del “sembra ieri” anche se sono passati mesi dall’ultimo “a presto”. Hai fatto parte della mia vita in un modo speciale, oserei definire unico. Ti porterò sempre nel mio cuore. Ciao, Dany.