principessa di monaco

Charlene di Monaco e la malattia: la moglie del Principe Alberto ne parla per la prima volta

Non ne aveva mai parlato

Rompe il silenzio Charlene di Monaco sulla sua malattia, contro la quale combatte da tempo e che per un periodo lunghissimo l’ha tenuta lontana dalla sua famiglia. Tanti i gossip legati alle condizioni di salute della moglie del Principe di Alberto di Monaco. Ora finalmente l’ex campionessa di nuoto decide di rompere il silenzio.

principessa foto

Charlene Wittstock, la moglie del principe Alberto di Monaco, sottolinea che la sua salute è ancora fragile. Non è stato un anno facile per lei, ma dopo una lunga assenza la principessa è tornata in pubblico, anche insieme ai suoi amatissimi bambini.

Proprio recentemente ha infatti partecipato alla Montecarlo Fashion Week, dove ha presenziato insieme alla figlia Gabriella. Proprio in occasione di una conferenza stampa a margine delle sfilate ha parlato non solo della sua salute, ma anche dei rumors su un possibile divorzio.

I giornalisti le hanno infatti chiesto quali fossero le sue condizioni di salute. E lei ha risposto in questo modo, per fugare ogni dubbio, ma sottolineare che ancora non è del tutto guarita, non specificando da cosa:

È ancora fragile e io non voglio andare troppo veloce. Il cammino è stato lungo, difficile e molto doloroso.

Charlene di Monaco foto

Charlene di Monaco parla della malattia e anche dei rumors sul divorzio

La principessa ha voluto anche spendere qualche parola in merito ai rumors apparsi sulla stampa di tutto il mondo e relativi a un possibile divorzio dal marito Alberto. Da mesi si parla di una presunta separazione, che lei ci tiene a specificare essere priva di fondamento.

È spiacevole che alcuni media spaccino questi rumors sulla mia vita, sulla mia coppia. Noi siamo esseri umani come tutti, e come tutti abbiamo emozioni e fragilità.

principe foto

Poi ha aggiunto:

Alberto mi ha sostenuto enormemente, ha fatto di tutto per proteggere me e i nostri figli. Sono felice di essere tornata a Monaca, dalla mia famiglia. E grata a chi mi ha sempre mandato messaggi positivi e calorosi quando ero lontana.