Clarissa Selassié, punita dalla redazione

Clarissa Selassié, punita dalla redazione per le parole dette alla Ricciarelli? La verità

Clarissa Selassié, indiscrezioni sulla puntata, punita dalla redazione per l'attacco fatto alla Ricciarelli

In molti hanno notato che la principessa Clarissa Selassié è stata assente nello studio del Grande Fratello Vip per ben due puntate. Lo stesso è per Manuel Bortuzzo, la cui assenza è stata dettata da un malessere. Infatti l’ex gieffino è risultato positivo al Covid.

Ciò che si sa è che Clarissa si è messa in auto isolamento per aver avuto un contatto con un positivo, per l’appunto Manuel. È da poco, però, tornata alla sua quotidianità e in questi giorni è andata anche a Napoli.

Ma arriva un’indiscrezione che lascia tutti un po’ perplessi. La principessa, nel corso della puntata di domani, potrebbe non essere presente in studio. A rivelarlo è stata la stessa diretta interessata, nel corso di una diretta Istagram.

Clarissa Selassié, punita dalla redazione

Clarissa rivela di non essere stata contattata dalla redazione del programma per prendere parte al parterre composto dalla schiera dei concorrenti eliminati.

Molti ipotizzano che la causa possa essere la discussione che la principessa ha avuto con la Ricciarelli nella scorsa puntata, in cui Clarissa ha definito la cantante lirica: “Brutta strega”. Forse Katia Ricciarelli ha fatto la specifica richiesta alla redazione di non voler incontrare la Selassié? O Alfonso Signorini non vuole ulteriori polemiche?

Il conduttore, già la scorsa volta, in diretta TV aveva espresso il suo disappunto nei confronti delle parole che la principessa aveva pronunciato, dicendo questo: “Clarissa Selassié ha scritto ‘esci brutta strega’ un gesto che non mi piace, non si può scherzare su questo, è estrema maleducazione”.

Poi conclude: “Voglio bene a Clarissa e lei lo sa, cara Clarissa ti ho scelta insieme alle tue sorelle, ma queste manifestazioni pubbliche di maleducazione non le accetto. Ok? Ci sono tanti giovani educati che conoscono ancora le buone maniere”.