Dumbo è un cartone animato razzista?

Pare che in lingua originale ci sia una frase non proprio carina...

 

Dumbo è uno dei cartoni animati della Disney più famosi, uno dei primi del colosso americano, che ha fatto commuovere generazioni di bambini. Proprio recentemente è stato trasmesso su Disney Junior, per far conoscere questo classico anche ai bambini di oggi. Ma se l’abbiamo sempre considerato un film innocente, pieno di buoni sentimenti e di emozioni uniche, c’è chi accusa il film animato di essere in realtà razzista. Tutta colpa di una frase in lingua originale che ha fatto storcere qualche naso…

dumbo1
Dumbo è un cartone razzista?

Non è la prima volta che il cartone animato viene accusato di razzismo, ma recentemente, dopo la messa in onda sul canale televisivo Channel4, ecco che su Twitter sono comparsi nuovi interventi che puntano il dito contro la Disney. Qual è la scena incriminata? Quella in cui compaiono i corvi che “permettono” a Dumbo di volare donandogli una piuma (anche se lui sa già volare, grazie alle sue grandi orecchie).

Pare che i corvi rappresenterebbe i più tristi stereotipi delle persone afroamericane. Il capo si chiama Jim, forse un rimando alla Jim Crow Law, una serie di leggi per la segregazione razziale in vigore dal 1867 al 1965 negli Stati Uniti. Un’accusa non nuova, ma che si è riaccesa dopo l’ennesima messa in onda dello show: come si difenderà la Disney?

dumbo2
Le accuse non sono nuove, però…

E pensare che noi l’abbiamo sempre visto come un cartone animato dolcissimo e anche educativo, perché insegna ai bambini a rispettare chi è diverso: