Sinisa Mihajlović

“Forza Sinisa”, il tweet di Clemente Mimun lancia l’allarme sulle condizioni di Mihajlovic

Un post pubblicato dal direttore del Tg5 che ha lanciato l'allarme sulle condizioni del tecnico serbo che lotta da anni contro la leucemia.

Preoccupazione per Sinisa Mihajlovic dopo il tweet criptico del direttore del Tg5 Clemente Mimun. Sinisa, come si sa, da anni sta lottando contro la leucemia anche se nell’ultimo periodo ha mostrato di stare molto bene e non ci sono state avvisaglie di peggioramenti.

Ieri però il direttore del telegiornale di punta di Mediaset, Mimun, ha pubblicato un tweet scrivendo: “Forza Sinisa”. Un modo che lascia intendere come l’ex calciatore serbo abbia di nuovo problemi di salute.

Sinisa Mihajlović
Fonte: web

In realtà dal diretto interessato non è arrivata alcuna comunicazione in merito e l’ultima uscita pubblica di Sinisa risale giusto a qualche giorno fa in occasione della presentazione del libro del suo ex allenatore Zdenek Zeman. Mihajlovic è apparso in forma e non ha fatto alcun cenno alla malattia.

Insomma le parole del direttore hanno fatto preoccupare i numerosi fan dell’ex tecnico del Bologna che hanno commentato il post chiedendo maggiori informazioni. “Tweet del genere non vanno bene. Lei è un giornalista famoso con 60.000 followers. Ci vorrebbe anche un minimo di responsabilità. O informi la gente su cosa sta accadendo oppure eviti di scrivere frasi del genere che lasciano tutti col fiato sospeso” – ha scritto un utente.

E ancora: “Cosa sta succedendo direttore?”, “Peggiorato? Qui a Bologna non sappiamo nulla”. Mentre qualcuno non perdona il tweet allarmante e tuona contro il famoso giornalista: “Si vergogni”. 

Al momento Mimun non ha dato ulteriori notizie su Sinisa e tutti sono in attesa di capire il perché di quel tweet da parte sua. È a conoscenza di novità che nessuno sa? Staremo a vedere.

La battaglia di Sinisa Mihajlovic con la leucemia è iniziata nel 2019 Una doccia gelata che lo costrinse anche a lasciare momentaneamente la guida tecnica del Bologna per sottoporsi a delle cure. Ma quando la malattia sembrava sconfitta, Sinisa un anno fa ha confessato che dagli esami erano emersi dei campanelli d’allarme che lasciavano intendere come non era stata sconfitta del tutto.

Svolgo ciclicamente delle analisi molto approfondite dopo essere stato colpito dalla leucemia. In questi anni la mia ripresa è stata ottima, ma nelle ultime analisi sono emersi dei campanelli d’allarme con il rischio che possa ripresentarsi la malattia. Devo intraprendere un percorso per giocare d’anticipo e non farlo ripartire. Questa è la vita, è fatta di salite, curve e buche improvvise” – le sue parole.