lite giaele cristina quaranta gf

Giaele De Donà e Cristina Quaranta, violenta lite nella notte

Tutto è successo dopo la fine della puntata e per colpa delle nomination. Ecco cosa è successo.

Duro scontro nella notte nella casa del Grande Fratello Vip. Poco dopo la fine della puntata è esplosa una lite furibonda tra Giaele De Donà e Cristina Quaranta, tutto per colpa delle nomination.

A finire in nomination durante la puntata è stata ancora una volta Giaele De Donà che è stata nominata di nuovo da Cristina Quaranta. Tra le due i rapporti non sono idilliaci e al termine della diretta, Giaele è letteralmente esplosa nei confronti di Cristina.

lite giaele cristina quaranta gf
Fonte: web

“Comunque ti interessa se mi nomini, visto che mi hai nominato con la motivazione che non sono abbastanza diretta. Io spero di esserci solo per dare fastidio a te. A te pare normale che hai detto a Nikita di non abbracciarmi dopo che ho discusso con Ginevra? Tu sei andata a dirle che ha sbagliato ad abbracciarmi, facendo branco” – lo sfogo di Giaele che si è detta convinta che Cristina la voglia far fuori dalla casa soltanto per motivi sentimentali, forse a causa del legame con Antonino Spinalbanese che sta diventando ogni giorni che passa più forte.

“Mi sembri una bambina di due anni, ti ho spiegato perché ti ho nominato perché la persona che volevo nominare era tra i preferiti e gli immuni, quindi ti ho nominato. Io spero tu non ci sia neppure la prossima volta. Io ti ho già detto che, in quell’occasione, Nikita avrebbe dovuto stare dalla parte di Ginevra” – la replica di Cristina.

Cristina, poco dopo, si è sfogata con Elenoire Ferruzzi e Carolina Marconi dicendo che non vuole più la De Donà nella sua camera da letto. “Ritornasse nel suo letto, se si vuole strusciare con Antonino se ne vanno nel suo letto” – ha detto.

E in effetti nella notte Giaele è stata allontanata dalla stanza da letto. A confidarlo lei stessa a Edoardo Donnamaria: “Mi è venuta addosso tipo rottweiler urlando ‘esci subiti dalla camera, tu non puoi stare in camera mia’”.