Ciacci Giovanni

Giovanni Ciacci, la confessione sul GF Vip: “Mi hanno chiesto di fingere un flirt”

Giovanni Ciacci vuota il sacco e smaschera due concorrenti del Grande Fratello Vip

Giovanni Ciacci è stato uno dei primi concorrenti a fare il suo ingresso nella casa più spiata D’Italia. Tuttavia, la sua partecipazione alla settima edizione del Grande Fratello Vip è durata ben poco. A distanza di qualche mese dalla sua uscita di scena, il costumista si è reso protagonista di un’inedita confessione. Scopriamo insieme di che cosa si tratta nel dettaglio.

Ciacci Giovanni

Dopo essere finito nel mirino delle polemiche a causa dei comportamenti inopportuni riservati nei confronti di Marco Bellavia, Giovanni Ciacci è tornato ad occupare il centro della cronaca rosa. Questa volta a renderlo protagonista di un gossip sono state alcune dichiarazioni rilasciate da lui stesso in merito alle dinamiche del Grande Fratello Vip.

Dopo essere stato accusato di aver fatto bullismo nei confronti di Marco Bellavia, la vita dell’ex gieffina ha avuto dure conseguenze. Non molto tempo fa, l’ex volto di Detto Fatto si era lasciato andare ad un duro sfogo sui social spiegando di essere diventato anche lui vittima di bullismo. A dimostrarlo sono stati alcuni screen i quali testimoniano le offese che ha ricevuto su Grindr.

Tuttavia, si tratta di una situazione che non sembra migliorare. Queste sono state le sue parole:

Ho avuto brutti pensieri. Le analisi sono sballate, sto male, non dormo, ho attacchi di panico, vado dallo psichiatra. La mia situazione è molto delicata. Perché devo pagare un prezzo così alto? Non ho fatto male a nessuno.

Non è tutto. Ciacci non ha potuto fare a meno di dire la verità su quanto accaduto al programma condotto da Alfonso Signorini nel corso della sua permanenza. Stando alla sua versione dei fatti, due concorrenti gli avrebbe chiesto di fingere una relazione:

Due concorrenti mi hanno addirittura chiesto di fingere un flirt per avere visibilità, ma io non sono uno da storie finte. A parte Carolina Marconi, Patrizia Rossetti e Luca Salatino, gli altri mi consideravano un privilegiato. Come se essere sieropositivo fosse un vantaggio. Le cattiverie peggiori ricevute sui social mesi fa? Questo polverone è stato pilotato da account comprati sui social network. Ma scoprirò chi si nasconde dietro.