Il Veneto contro Alberto Angela: tutta colpa delle Dolomiti

Pare che il conduttore si sia dimenticato della regione!

Home > Spettacolo > Il Veneto contro Alberto Angela: tutta colpa delle Dolomiti

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato del successo del nuovo programma di Alberto Angela: il figlio d’arte sembra il Re Mida del piccolo schermo e, in particolare, della cultura. Proprio come il padre, Piero Angela, anche Alberto ha una missione. Riportare la cultura nelle nostre case, attraverso la televisione. Una funzione divulgativa che per anni, all’inizio della sua storia, è stata la missione principale, mentre oggi ci siamo un po’ dimenticati di questo aspetto e la televisione ne ha risentito. Tutti amano Alberto Angela, ma la regione Veneto ha un conto in sospeso con lui…

Meraviglie, il programma di Alberto Angela, ci ha portato a scoprire le bellezze delle Dolomiti, ma a quanto pare il conduttore televisivo nel suo programma di RaiUno si sarebbe dimenticato di citare la parte di queste montagne che si trova in Veneto. E la provincia di Belluno non ha gradito molto questa dimenticanza, tanto da sollevare una vera e propria questione mediatica.

Il presidente della provincia di Belluno, Roberto Padrin, ha deciso di rivolgersi direttamente alla Rai, a nome di tutti gli abitanti della provincia veneta, perché non è stato gradito il fatto che le Dolomiti del Veneto non siano state per nulla nominate. Federico Caner, assessore veneto al turismo, all’Ansa dice:

Faremo sentire quelle che sono le nostre ragioni. Ci rivolgeremo al Ministero dei Beni Culturali (Mibact) e alla Rai“. Una protesta serie, visto che Alberto Angela non ha citato una parte delle Dolomiti facendo di fatto disinformazione, come aggiunto da Irma Visalli, ex assessore provinciale di Belluno che ha curato la richiesta di riconoscere le Dolomiti come Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

A parte le polemiche su Trento e Bolzano, il problema principale di questa vicenda è stata la disinformazione. Quando si un servizio pubblico servirebbe una maggiore accuratezza“.

Insomma, davvero un bel pasticciaccio. Intanto sui social tutto tace e anche mamma Rai non dice ancora nulla. Come finirà questa vicenda secondo voi?