Laura Pausini eurovision

Laura Pausini, la gaffe all’Eurovision gli è costata cara: “multata”

La frase detta durante una delle semifinali non è piaciuta agli organizzatori.

Laura Pausini è stata una delle protagonisti dell’Eurovision Song Contest che si è svolto a Torino la scorsa settimana. La cantante insieme a Mika e Alessandro Cattelan ha condotto le tre serate con grande successo.

Oltre ad aver sfoggiato degli abiti bellissimi Laura ha anche duettato con Mika facendo emozionare il pubblico di tutto il mondo. La Pausini è una delle cantanti simbolo dell’Italia. L’autrice de “La solitudine” è conosciuta ed apprezzata ovunque.

Eppure anche lei si è resa protagonista di una gaffe incredibile nel corso di una delle semifinali del programma. Laura al termine della prima semifinale mentre stava leggendo i nomi delle nazioni finaliste si è lasciato andare ad una espressione infelice, un “porca vacca” che ha lasciato impietriti i due conduttori.

Laura Pausini eurovision
Fonte: web

La gaffe della Pausini è diventata ovviamente rapidamente virale facendo il giro della rete. Ma dinnanzi a chi ha accolto la frase con allegria c’è anche chi ha storto il naso.

A quanto pare c’è chi non ha trovato di buon gusto nominare un animale che in alcune zone del mondo è considerato sacro.

Per questo l’espressione soprattutto agli organizzatori del programma non è piaciuta e a quanto pare starebbero pensando di multare la cantante. L’Eurovision è uno degli eventi mondiali più seguiti al mondo e per questo bisogna ponderare molto bene cosa si dice.

Se in alcune zone una frase come quella detta da Laura è innocua e giocosa, in alcune nazioni può essere considerata offensiva. Per questo l’intenzione di multare la conduttrice.

Ma la Pausini anche nel corso della finale di sabato si è resa protagonista di un mistero scomparendo dal palco per più di mezz’ora. A svelare il motivo è stata lei stessa sui social:

Volevo tranquillizzarvi e dirvi che sto bene. Durante questa finale ho avuto un calo di pressione e per questo motivo mi sono dovuta fermare una ventina di minuti su consiglio delle dottoresse che mi hanno soccorsa e che ringrazio tanto. Gli ultimi 6 mesi sono stati carichi di lavoro e ho ceduto allo stress” – le sue parole.