Manila Nazzaro in lacrime

Manila Nazzaro a Verissimo parla del divorzio e della malattia dopo il GF Vip

Ecco cosa ha raccontato a Silvia Toffanin

Dopo aver partecipato al Grande Fratello Vip, Manila Nazzaro a Verissimo, ospite nel salotto televisivo di Silvia Toffanin, ha deciso di raccontare la sua vita a cuore aperto. E così ha parlato delle difficoltà trovate non solo durante il suo divorzio, ma anche per affrontare una malattia che l’ha decisamente messa a dura prova.

Manila Nazzaro in lacrime

Durante la sua esperienza nel reality show di Mediaset Manila Nazzaro ha conquistato tutti con la sua dolcezza. E per la sua abilità nel restare fuori dalle polemiche. I coinquilini la adoravano per questo e anche i telespettatori, che però non conoscevano molto della sua vita.

Nel corso della sua vita, infatti, Manila Nazzaro è stata messa a dura prova spesso. Ad esempio in occasione del divorzio da Francesco Cozza, con il quale era sposato da te. Era innamoratissima, ma lui l’ha tradita: da tempo aveva una doppia vita di cui lei non sospettava nulla.

Quello che più mi ha fatto soffrire è l’aver scoperto che nella mia vita non ero destinata ad avere un matrimonio classico, come quello dei miei genitori. Avevo paura di deludere loro, di deludere i miei figli.

Manila Nazzaro ha continuato a lottare fino a quando non ha scoperto di avere il morbo di Basedow. Ha dovuto subire un intervento di tiroidectomia totale, per poi scoprire di avere anche un cancro all’utero.

Manila Nazzaro perde le staffe con Soleil e Sophie
Fonte studio GF Vip

Manila Nazzaro a Verissimo racconta anche di come sia riuscita a rinascere

Dopo tanto dolore, Manila Nazzaro non solo è riuscita a sconfiggere il tumore, ma ha anche ritrovato l’amore, grazie a Lorenzo Amoruso con cui ormai sta da qualche tempo. E con il quale ha affrontato anche un momento delicato come quello dell’aborto, avvenuto a poche settimane dalla scoperta della gravidanza.

Manila Nazzaro in lacrime

A 40 anni sono rinata, ho scoperto come ci si può innamorare di nuovo, credere ancora in una famiglia, tornare ad essere mamma, anche se poi quest’ultimo desiderio è svanito.