Maria De Filippi scale uomini e donne

Maria De Filippi, segreto svelato: ecco perché si siede sugli scalini a Uomini e Donne

Un'abitudine diventata ormai un must nel programma pomeridiano di Canale 5. Oggi sappiamo cosa si cela dietro questa sua scelta.

Maria De Filippi è un po’ la regina della televisione italiana. I suoi programmi inanellano successi su successi e da anni non sentono crisi. Come ad esempio Uomini e Donne, il dating show di Canale 5 in onda ogni pomeriggio. Negli anni il programma si è rinnovato dando l’opportunità di conoscere persone nuove anche a categorie fin lì escluse dal programma, come ad esempio il trono over dedicato alle persone avanti con l’età ma con ancora tanta voglia di innamorarsi.

Maria De Filippi scale uomini e donne
Fonte: web

Non c’è dubbio che questo cambiamento ha dato nuova linfa al programma e ad oggi il trono over è uno dei più seguiti. Grazie alla partecipazione diverse persone hanno assunto una grande popolarità. Pensiamo ad esempio a Gemma Galgani arrivata nel programma nel primissimi tempi e ad oggi ancora presente negli studi alla ricerca dell’amore.Una partecipazione che gli ha dato una grande popolarità.

Chi guarda il programma sa benissimo che Maria De Filippi ha un’abitudine molto insolita di sedersi sulla scale dello studio. Sono anni che Maria conduce il programma in questo modo quando potrebbe stare in piedi o seduta su una poltrona.

In realtà dietro c’è una motivazione ben precisa. Maria non lascia nulla al caso ed ha svelato il perché conduce Uomini e Donne in quel modo in occasione di una chiacchierata con Raimondo Todaro.

Raimondo ti voglio svelare il segreto degli scalini, la verità è che gli scalini nascono non per scelta ma perché, registrando tante puntate ad un certo punto nella stessa giornata a un certo punto non ne potevo più e ho deciso di sedermi. Non c’era una poltrona e mi sono seduta sugli scalini. Poi ho capito che era comodo e che avrei potuto fare da lì anche tutta la puntata. così sono sempre rimasta su quella gradinata” – ha raccontato. Insomma l’abitudine è nata quasi per caso.