Matrimonio Chiara Ferragni-Fedez: la raccolta fondi va male

Nei primi giorni raccolti pochissimi euro!

Ci siamo quasi. Il primo settembre 2018 Chiara Ferragni e Fedez convoleranno a giuste nozze in quel di Noto, con una cerimonia che si preannuncia già molto hippie, Coachella Style e social. Tutti i follower della fashion blogger e del rapper italiani potranno seguire tutto quanto su Instagram, grazie anche all’hashtag coniato per l’occasione, #TheFerragnez. Un grande evento, per il quale, come va di moda, non è stata organizzata una vera e propria lista nozze, ma una raccolta fondi. Pare, però, che l’idea non sia stata recepita bene, perché sono stati raccolti pochissimi euro.



ACQUISTA IN SCONTO IL GUANTO MAGICO!

Da 26 giorni è stata aperta la raccolta fondi voluta da Chiara Ferragni e Fedez al posto dei classici regali da matrimonio (del resto cosa regali a due che hanno già tutto e possono permettersi tutto? La batteria di pentole? Il forno a microonde? Una quota del viaggio di nozze?). Eppure sono stati raccolti solo 3mila euro.

ACQUISTA QUI TAPPETINO REFRIGERANTE

Decisamente pochino visti gli appelli lanciati sui social dai The Ferragnez per raccogliere fondi a scopo benefico in vista del loro matrimonio. Stessa scelta fatta anche dal principe Harry e Meghan Markle, che avevano scelto delle associazioni benefiche da loro sostenute alle quali destinare le somme che sarebbero servite per i regali agli sposi.

Il progetto di crowfunding lanciato sul sito GoFundMe.com e promosso dalla coppia in un videomessaggio su Instagram stenta a decollare. Gli invitati forse non sono avvezzi a cose di questo genere? Sono timidi? Sono tirchi? Magari sono solo in ritardo e rimedieranno all’ultimo minuto, del resto ancora un po’ di tempo c’è.

Anche perché la coppia puntava a raccogliere 50mila euro… Ne mancano un po’ troppi, non vi pare? Speriamo che gli ospiti non facciano come gli invitati al matrimonio di Messi: anche lui aveva scelto le donazioni, ma i suoi amici decisero di donare appena 45 dollari a testa. Davvero una poracciata!

Dai, su, c’è ancora tempo, non fate i timidi!