Merlo Michele

Michele Merlo, saccheggiata la sua tomba, interviene la mamma: “Vergognatevi”

Dopo il saccheggio sulla tomba di Michele Merlo, la mamma Katia si lascia andare ad un duro sfogo

Nel corso delle ultime ore è giunta una notizia riguardante Michele Merlo che ha lasciato la sua famiglia indignata. La tomba del celebre cantante. venuto a mancare lo scorso giugno a causa di una leucemia fulminante, è stata saccheggiata. Alla luce di questo è intervenuta la mamma Katia Ferrari la quale ha invitato a vergognarsi chiunque sia il responsabile di tale gesto ignobile. Scopriamo insieme cosa è successo nel dettaglio.

Merlo Michele

Tutti ricordano Michele Merlo per essere stato un celebre cantante ed ex concorrenti di Amici di Maria De Filippi. Il ragazzo è scomparso a giugno dell’anno scorso a causa di una leucemia fulminante. Circa un anno e mezzo fa, la sua morte sconvolse inevitabilmente la sua famiglia, tutti i suoi cari e il mondo della musica.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Michele Merlo (@michelemerlo)

A distanza di circa un anno dalla sua prematura scomparsa, alcune persone si sono rese autrici di un gesto ignobile sulla tomba del ragazzo. Infatti, nel Cimitero Comunale di Rosa, in provincia di Vicenza, sono stati rubati alcuni oggetti preziosi appartenenti all’ex concorrente di Amici.

A rivelarlo è stata sua madre Katia Ferrari la quale si è lasciata andare ad un duro sfogo sul suo profilo Instagram. Queste sono state le sue parole:

Non parliamo dei fiori, ma è sparito un suo anello con una M e oggi mi sono accorta che manca una tazza con un bassotto. Per chi fosse stato: hai fatto un gesto veramente ignobile! Devi solo vergognarti.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Michele Merlo (@michelemerlo)

Morte Michele Merlo: la denuncia della famiglia 

A seguito della prematura scomparsa del noto cantante a causa di una leucemia fulminante, la sua famiglia aveva esposto denuncia convinta che si sarebbe potuto salvare se avesse ricevuto i giusti trattamenti. A parlare in merito alla questione era stato il padre in occasione di un’intervista rilasciata a Verissimo in cui aveva denunciato la malasanità

Quello che è successo è frutto i una sanità che non funziona più.