Monete d'oro sotto pavimento cucina

Ristrutturano casa e sotto al pavimento trovano un tesoro in monete d’oro da oltre 850mila euro

Quanto successo ad una coppia inglese che ristrutturando casa ha trovato un vero e proprio tesoro sotto al pavimento della cucina.

Camminare sopra una fortuna senza accorgersene. È quanto accaduto ad una coppia del North Yorkshire nel Regno Unito, che per 10 anni ha camminato sopra centinaia di monete d’oro che ora sono state vendute all’asta garantendogli un lauto guadagno.

La coppia ha scoperto il tutto nel 2019 durante la ristrutturazione della propria casa. In cucina, sotto al pavimento, c’era nascosto un involucro di latta pieno di monete. Stiamo parlando di 264 monete d’oro, alcune risalenti a più di 400 anni, precisamente al 1610, altre sono del 1727.

Monete d'oro sotto pavimento cucina
Fonte: web

Si tratta di una delle più grandi raccolte di monete d’oro inglesi del XVIII secolo mai trovate in Gran Bretagna.

Le monete erano state tutte conservate in un involucro di terracotta e sono rimaste lì intatte per circa 3 secoli. Ma come sono finite lì quelle monete? Analizzando l’abitazione si è scoperto che è appartenuta a Joseph Fernley e la consorte Sarah Maister, entrambi appartenenti a una ricca e influente famiglia di mercanti di Hull.

Monete d'oro sotto pavimento
Fonte: web

I due commerciavano minerale di ferro, legname e carbone. Inutile dire che dal momento della scoperto nel 2019 ad oggi il valore delle monete è triplicato attirando acquirenti da tutto il mondo. Sono arrivate richieste da America, Europa, Australia, Cina e Giappone.

Monete d'oro asta
Fonte: web

Messe all’asta dalla casa londinese Spink & Son, sono state vendute per 754mila sterline, oltre 850mila euro. Una cifra importantissima per loro.

“La vendita è stata unica per tanti motivi. La storia delle monete, il metodo del ritrovamento e la rara opportunità di acquistarle all’asta. Tutto ciò ha dato vita ad un’asta vivace ed energica, facendo salire il prezzo. Così le 264 monete del tesoro di Ellerby hanno trovato una nuova casa. Gli acquirenti sono accorsi da tutto il mondo per condividere la storia di Sarah e Joseph Fernley e il privilegio di possedere una parte del loro tesoro di 292 anni” – ha dichiarato Gregory Edmund, il battitore d’asta.