Soleil Sorge e Delia spiegano il loro bacio

Soleil Sorge e Delia spiegano il loro bacio: “Un segno di pace”

Soleil Sorge e Delia Duran spiegano il loro bacio. Ecco cosa hanno dichiarato le gieffine in merito all'accaduto

La puntata di ieri sera del GF VIP si apre con il solito triangolo amoroso tra Alex Belli, Delia Duran e Soleil Sorge. Alfonso Signorini chiama all’appello nella super led le due Vippone, per spiegare il loro bacio. Un lungo spazio dedicato a tutta la vicenda della festa, al bacio tra le due donne e alla posizione di Alex in tutta questa faccenda.

Soleil Sorge e Delia spiegano il loro bacio
Fonte studio GF Vip

Il conduttore vuole vederci chiaro. Si scava per capire cosa c’è davvero dietro quello scambio così intenso di emozioni. È solo attrazione fisica? È un’altra strategia per stare al centro dell’attenzione?

Tutte domande a cui solo le dirette interessate possono rispondere. Il conduttore ci tiene a precisare che: “Non c’è niente di male in un bacio tra due donne, ma ricordate di non perdere mai il buon gusto”. Con una clip si ripercorre ciò che è accaduto nel corso di una festa organizzata dal GF VIP.

Musica, balli, canti e qualche bicchiere di troppo sono stati gli ingredienti che hanno fatto cadere i muri. Le due nemiche, senza neanche accorgersene, finiscono a condividere un bacio carico di passione.

Soleil Sorge prova a spiegare la cosa così: “Fino a quel momento ho letto delle vibrazioni negative, poi Delia si è fatta avanti e così ho pensato che il bacio potesse essere un segno di pace, per sbloccare la situazione tra noi. Voleva questo e gliel’ho dato”.

Delia aggiunge: “È stato un modo per scaricare la negatività che c’è tra noi. Mi sono lasciata andare. Attrazione fisica? Sì, l’ho sentita”.

Non si può dire lo stesso per Soleil, che poi ritratta: “Dopo 5 mesi che sono qui, un bacio fa piacere, ma non c’è attrazione fisica”. Non sembra essere d’accordo, però, Katia Ricciarelli: “Nella mia vita non ho più voglia di vedere cose del genere. Per altro, è successo tutto a tarda notte. Queste cose non si fanno pubblicamente, ci vuole decenza e pudore”.