Sonia Bruganelli docente

Sonia Bruganelli, nuovo lavoro da docente: ecco di cosa

La moglie di Paolo Bonolis inizierà a febbraio una nuova avventura nel campo della formazione professionale.

Sonia Bruganelli la stiamo vedendo al Grande Fratello Vip nei panni dell’opinionista. La moglie di Paolo Bonolis non le manda di certo a dire e molto spesso viene criticata per il suo essere schietta e decisa.

Prima di lavorare in primo piano al Grande Fratello Vip, Sonia stava molto dietro le quinte. Alcuni anni fa ha fondato la SDL tv con cui seleziona i concorrenti che partecipano ai programmi del marito Paolo Bonolis, sopratutto Avanti un altro e Ciao Darwin.

Sonia Bruganelli docente
Fonte: web

Non tutti sanno che Sonia è laureata in scienze della comunicazione presso l’Università degli studi di Roma con una tesi proprio sul Grande Fratello. Un percorso che l’ha portata a conoscere molto bene quelli che sono i segreti della comunicazione non soltanto televisiva. Da qui proviene la sua estrema sicurezza davanti le telecamere in studio al GF. Ora per lei ci sarà una grande novità da un punto di vista professionale.

Sonia è diventata infatti docente al corso Executive Program in Creatività e gestione dei format televisivi. Si tratta di un corso organizzato dalla prestigiosa Università romana Luiss Business School che può essere seguito sia a distanza che in sede. Si articola su incontri di circa 20 minuti che tratteranno argomenti inerenti al mondo della comunicazione.

Lo start è fissato per febbraio 2023 e siccome si tratta di un corso altamente formativo e specializzato anche il costo non è alla portata di tutti. Per partecipare al prestigioso corso organizzato dalla Luiss servono 5.900 euro + IVA con tutto il materiale didattico.

Insomma la partecipazione di Sonia Bruganelli rappresenterà una motivazione in più per i partecipanti che potranno così apprendere i segreti del suo lavoro e della sua azienda che da anni seleziona accuratamente i concorrenti dei programmi di successo di Paolo Bonolis. Concorrenti non necessariamente molto preparati da un punto di vista culturale visto che spesso per necessità di scena Bonolis si serve di personaggi simpatici con cui dar vita a sketch che fanno ridere tantissime persone.