UeD: è scontro infuocato tra Pinuccia e Tina Cipollari

UeD: è scontro infuocato tra Pinuccia e Tina Cipollari. La dama in lacrime: “Mi sento male”

Pinuccia e Tina Cipollari si scontorno in studio. La dama scoppia in lacrime

L’ultima puntata di UeD, ha visto protagonista la dama Pinuccia con il suo cavaliere Alessandro. La donna, al centro studio, continua a lamentare una grande insoddisfazione per via dei comportamenti dell’uomo.

La volta scorsa Pinuccia non è riuscita a prendere il treno per arrivare a Roma, per via del green pass. Infatti la dama non aveva fatto la terza dose e quindi le è stata negata la possibilità di prendere il treno. Pinuccia ed Alessandro così litigano e lo scontro porta la donna ad affermare: “Mio marito non mi ha mai trattata come mi hai trattato tu”.

“Sono molto delusa e disgustata perché hai raccontato cose mie. Tu non sei innamorato di me perché un uomo che ama una donna non la offende e non le chiude il telefono in faccia”. Ma queste affermazioni scatenano ben presto le polemiche.

UeD: è scontro infuocato tra Pinuccia e Tina Cipollari
Fonte studio UeD

La prima a perdere le staffe è Tina Cipollari, che attacca: “Non fare passare Alessandro per quello che non è perché è un gentiluomo. Lui ha provato solo a darti dei consigli”. E poi: “Tu l’hai trattato con sufficienza dicendo che stava male. In questo momento stai trattando male Alessandro. Io difendo chi ha ragione”.

Poi conclude: “Alessandro è una bravissima persona. Non ti ha mancato di rispetto. Lo sai quanto ho sofferto io nella vita? Adesso vediamo quanto hanno sofferto le persone prima di dare ragione all’una o all’altra? Ma che discorsi”.

Pinuccia la prende davvero male e mentre l’opinionista abbandona lo studio in preda ad una crisi d’ira, la dama scoppia in lacrime. “Adesso mi dispiace che Tina dà ragione a lui perché ha 90 anni. Quanto è cattiva quella donna. Hanno ragione a dire che è cattiva. Mi sento male perché già sono triste per la storia del treno” dichiara. Maria De Filippi allora decide di dedicare alla donna molto tempo, nella speranza di farla tranquillizzare.