UeD, Luigi Mastroianni la verità sul suo ricovero

UeD, Luigi Mastroianni rivela la verità sul suo ricovero: “Ho perso i sensi”

Luigi Mastroianni ha fatto preoccupare i followers mostrandosi ricoverato in ospedale

“Meglio di quello che poteva essere. Peggio di quello che pensavo” queste le parole di Luigi Mastroianni che hanno fatto preoccupare il web. Nel post che questa didascalia accompagna l’ex volto di UeD, si mostrava in un lettino d’ospedale. Luigi ha avuto un repentino problema di salute, che l’ha costretto a fermarsi sotto osservazione per qualche giorno.

UeD, Luigi Mastroianni la verità sul suo ricovero

Oltre a queste parole, il ragazzo non aveva aggiunto nessun altra spiegazione, e questo aveva mandato i fans in ansia. A distanza di giorni da questo episodio, finalmente Mastroianni ha deciso di rivelare qualche dettaglio in più circa la diagnosi. A quanto pare, l’ex volto di UeD, si è ritrovato a dover fronteggiare un incidente che ha avuto conseguenze disastrose.

Finalmente, oggi si apprende da Luigi che ora è in condizioni di salute buone, ma che ha passato momenti di paura per via di un incidente avvenuto in palestra. Mastroianni era nel bel mezzo di un intenso allenamento, quando ha accusato un forte malore.

UeD, Luigi Mastroianni la verità sul suo ricovero

Queste le parole con cui il ragazzo ha descritto l’avvenuto: “Ho fatto un movimento sbagliato… in realtà mi sono distratto mentre stavo eseguendo l’esercizio al T bar con un carico importante. Ho sentito una forte vertigine alla schiena e ho perso i sensi e la forza”. Per fortuna il peggio è passato, e Luigi rincuora i fans: “Sto meglio, un po’ acciaccato…ho dei dolori, sono un po’ ‘stampellato’, ma cammino e sto bene”.

UeD, Luigi Mastroianni la verità sul suo ricovero

Purtroppo, Luigi Mastroianni sta ancora attendendo i referti che gli diranno, in maniera inequivocabile, l’entità dei danni riportati a causa di questo incidente. Nel frattempo Luigi dovrà fare a meno di allenarsi per almeno due settimane: “Comporta uno stop preventivo dagli allenamenti di almeno due settimane. Per quanto riguarda l’entità del danno ci sono tre possibilità, due è meglio che non ve le dico…speriamo sia la terza, la più probabile”.