UeD: Tina Cipollari attacca Sara Zilli

UeD: Tina Cipollari attacca Sara Zilli: “Ti ritenevo una donna intelligente”

Tina Cipollari attacca infuriata la dama Sara. Arriva l'intervento di Maria De Filippi per placare gli animi

La nuova stagione di UeD si apre con innumerevoli colpi di scena. I telespettatori restano incollati al televisore. I riflettori questa volta si accendono sulla coppia appena riformatasi e composta da Biagio Di Maro e Sara Zilli. L’opinionista Tina Cipollari si è sempre contraddistinta per non avere peli sulla lingua e anche in questa occasione, si prospetta uno scontro senza precedenti .

UeD: Tina Cipollari attacca Sara Zilli

Dinanzi ai due protagonisti, dama e cavaliere al centro studio, Tina esordisce con queste parole: “Ti reputavo una donna intelligente invece devo constatare che sei solo una grande stupida. Te lo dico col cuore. Dal momento che lui è tornato, dovevi dirgli di essere chiaro”. Queste sono le affermazioni che scatenano prontamente una risposta di Biagio, il quale ci tiene a precisare che si è tenuto alla larga nell’avere un contatto con la dama, per evitare ogni tipo di critica.

La versione viene confermata anche dalla Zilli. Ma questo non placa l’ira dell’opinionista che sostiene che la dama deve imparare ad avere un pochino più di rispetto per sé stessa. “È venuto davanti la tua porta? Dovevi lasciarlo fuori. Torna nella tua stanza, lui è venuto nella tua stanza con intenzioni evidenti”, dichiara la Cipollari.

UeD: Tina Cipollari attacca Sara Zilli

Inevitabile l’intervento di Maria De Filippi che con altri i toni, cerca di difendere in qualche modo Sara. “Secondo me si sta dando un’opportunità. Lei ha reagito di pancia, va avanti con ciò che sta sentendo” dice la conduttrice.

UeD: Tina Cipollari attacca Sara Zilli

Tale atteggiamento innalza inevitabilmente le critiche anche del parterre femminile di UeD. Isabella Ricci è una vecchia conoscenza di Biagio Di Maro, e per tal motivo interviene e cerca di far ragionare la sua collega del trono over. Non è un segreto la poca stima che la dama nutre nei confronti del Cavaliere, dettata anche da un passato flirt che i due hanno condiviso, ovviamente finito male.