Valeria Marini

Valeria Marini confessa: “Non sto bene”: cosa è successo

La parole della showgirl riguardo il suo problema all'occhio: "Non vedo più come prima"

Nel corso delle ultime ore il nome di Valeria Marini è tornato ad occupare le pagine dei principali giornali di cronaca rosa. Al settimanale ‘Confidenze’, la protagonista della nuova edizione di Tale e Quale Show ha confessato le sue difficoltà in seguito all’operazione all’occhio a causa di un foro maculare.

Valeria Marini

Valeria Marini è una delle concorrenti di Tale e Quale Show. Nonostante la sua personalità energica ed esuberante, in quest’ultimo periodo la showgirl deve fare i conti con alcuni problemi di salute. Tutti ricorderanno che un anno fa la regina del Bagaglino si è sottoposta ad un’operazione all’occhio.

Stando alle dichiarazioni rilasciate al settimanale ‘Confidenze’, pare che la showgirl stia non stia propriamente bene. A riguardo, queste sono state le sue parole:

Va così così. Non vedo più come prima. Ma ringrazio il cielo di aver salvato l’occhio.

Nonostante ciò, la soubrette può contare sull’amore della sua famiglia, dei suoi gatti e del suo fidanzato Eddy Siniscalchi.

Valeria Marini

Valeria Marini e l’operazione agli occhi: cosa è successo

Nel 2021 Valeria Marini si è sottoposta ad un intervento all’occhio a causa di un foro maculare. Tale problema è stato scoperto dopo l’uscita della showgirl a Supervivientes. In quell’occasione infatti i medici, in seguito ad alcuni controlli, hanno scoperto che nell’occhio di Valeria c’era qualcosa di anomalo.

showgirl italiana

Inizialmente l’ex gieffina ha preso con leggerezza le parole dei dottori, anche se nei giorni seguenti si è resa conto che la sua vista peggiorava sempre più. Dopo ulteriori controlli per Valeria Marini è arrivata la diagnosi: il foro maculare.

ex gieffina

Il foro maculare è una patologia che colpisce l’interfaccia vitreo-retinica. Può essere di origine traumatica oppure legata all’invecchiamento dell’occhio vitreo. Tra i sintomi della patologia, ci sono sicuramente la visione distorta degli oggetti, oltre che l’alterazione della visione centrale che spesso può essere persa.