Chi è Willwoosh: perché è famoso, vita privata, curiosità

Chi è Willwoosh (Guglielmo Scilla)? Scopriamo insieme chi è lo Youtuber protagonista di tanti video che sono diventati virali

Home > Spettacolo > Chi è Willwoosh: perché è famoso, vita privata, curiosità

Sapete chi è Willwoosh? Sapete chi è Guglielmo Scilla, questo il nome all’anagrafe del famoso Youtuber italiano? Molti di voi sicuramente lo conosceranno e avranno capito di chi stiamo parlando, perché molti dei suoi video sono diventati subito virali.

Willwoosh

Per chi non lo conoscesse, Guglielmo Scilla, alias Willwoosh, ha un canale Youtube molto seguito. È davvero molto popolare ed è diventato famoso per alcuni video divertenti che lo vedono protagonista. Filmati che sono diventati virali, dal momento che sono stati condivisi da moltissime persone sui social network.

Ma Guglielmo non è solo uno YouTuber. È stato anche attore ed è un conduttore radiofonico. Siete pronti a scoprire tutto quello che dobbiamo sapere su biografia, curriculum e vita privata dello YouTuber romano?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ancora non ho capito perché @giacomo.spaconi riesca a produrre delle cose così belle e poi quando mi si apre la videocamera interna dell’iPhone Mariangela Fantozzi. Jack, sei così bravo che un po’ ti amo e un po’ ti odio.

Un post condiviso da willwoosh (@guglielmoscilla) in data:

Biografia di Guglielmo Scilla (Willwoosh)

Guglielmo Scilla è nato a Roma il 26 novembre del 1987. È un famoso youtuber, ma è anche attore ed è anche un conduttore radiofonico. Quando aveva solo un anno si è trasferito a Catania, dove ha vissuto con i genitori fino a 10 anni. In seguito i suoi genitori si sono separati. Il padre è rimasto a vivere in Sicilia, mentre Guglielmo ha fatto ritorno a Roma con la madre.

Guglielmo non è figlio unico. Ha tre fratelli, che si chiamano Gabriele, Gianluigi ed Enrico e che sono apparsi in alcuni video della rubrica Vita buttata. Super Scilla Bros è anche la pagina Facebook gestita da Gabriele e Gianluigi, nella quale pubblicano i loro video dove dimostrano le loro capacità da stuntman. Enrico è invece videomaker e montatore dei suoi video.

Nella capitale ha frequentato il Liceo classico statale Giulio Cesare. Poi l’incontro con YouTube e la decisione di aprire un canale, dove pubblicare video. Il primo video è quello del Capodanno 2009.

Il canale Youtube di Willwoosh

Guglielmo Scilla ha deciso di diventare popolare su YouTube con un nome d’arte, Willwosh. Il canale lo ha aperto nel 2009, pubblicando a Capodanno il primo video da lui prodotto. Meno di due anni dopo era uno dei canali più popolari della piattaforma, quello con più iscritti e il più visitato del 2011 nel nostro paese. Non ha però sempre pubblicato video sul suo canale, dal momento che si è preso una pausa dal 31 ottobre 2013 al settembre del 2015.

Torna a pubblicare video su YouTube e praticamente non si ferma più, creando anche nuove rubriche. Nel 2017 diventa popolare con la rubrica comica Vita buttata: nei video si possono ascoltare i messaggi vocali dei suoi follower su temi che lo stesso Willwosh ha prima comunicato sia su YouTube sia su Facebook. E poi Guglielmo li commenta nel filmato.

A Natale 2018 arriva il vlogmas di Willwoosh, une sperimento che verrà ripetuto nel 2019. A giugno di quest’anno ha raggiunto il milione di iscritti.

Il mondo del cinema

Guglielmo Scilla debutta sul grande schermo nel film Una canzone per te, diretto da Herbert Simone Paragnani. Il film uscito nelle sale cinematografiche il 28 maggio del 2010 e in DVD il 17 novembre dello stesso anno è una commedia romantica con ispirazione fantasy. Willwoosh veste i panni di Gino, il secchio della classe frequentata anche dal protagonista, Davide. Nella loro scuola MTV organizza un concorso per nuovi talenti della musica e Davide è il leader dei Nais Nois, la band più popolare della scuola. Durante il compito di letteratura Davide vorrebbe farsi aiutare da Gino, che però non è a scuola perché è finito in ospedale dopo un incidente. Così Davide dovrà fare i conti con la sua impreparazione.

Nel 2011 è di nuovo sul grande schermo con il film Matrimonio a Parigi, per la regia di Claudio Risi. Nel film comico con Massimo Boldi, Enzo Salvi, Massimo Ceccherini, Biagio Izzo, Annamaria Barbera, Loredana De Nardis, Paola Minaccioni, e Rocco Siffredi ambientato a Parigi, Woolwish è Diego, figlio di Gennaro, ufficiale della Guardia di Finanza di Napoli che si innamora di una ballerina di burlesque ed è amico di Mirco, il figlio di Lorenzo, che si innamora della sorella di Diego.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Io: Mi fai una foto naturale e spontanea? Sempre io:

Un post condiviso da willwoosh (@guglielmoscilla) in data:

Nel 2012 è nel cast di 10 regole per fare innamorare, regia di Cristiano Bortone, dove veste i panni del protagonista Marco, un ragazzo che ama l’astronomia e le scienze e ha una passione innata, insegnare alla scuola materna. Il film è uscito nelle sale cinematografiche il 16 marzo 2012.

Nel 2013 invece è nel cast del film Fuga di cervelli di Paolo Ruffini, insieme a Frank Matano, suo grande amico (i due condividono la passione per YouTube ed entrambi sono diventati popolari proprio grazie a questo strumento tecnologico). Il film è un remake di un film spagnolo dal titolo Fuga de cerebros ed è l’opera prima di Paolo Ruffini. Willwoosh veste i panni di Giuseppe “Lebowski” Capra.

Nel 2015 invece è di nuovo sul grande schermo con il film Hybris. Nel 2017, invece, fa parte del film I’m – Infinita come lo spazio (I’m – Endless Like the Space) per la regia di Anne Riitta Ciccone, mentre nel 2020 fa parte del cast del film De Serpentis Munere – Il dono del serpente, per la regia di Roberto Leoni.

Guglielmo Scilla alla radio

YouTuber, attore, ma anche conduttore radiofonico. Dal 2011 al 2015 ha condotto A tu per Gu su Radio Deejay. A tu per Gu è andato in onda dal 2011 al 2015, tre volte a settimana, per la conduzione di Willwoosh. Si poteva seguire in radio e in streaming con webcam, con la possibilità di interagire con il conduttore, sia telefonicamente sia tramite i social network. L’ultima puntata è andata in onda il 31 maggio 2015.

A settembre 2015, dopo aver abbandonato la radio, il ritorno di Willwoosh su YouTube è stato accolto con gioia dai fan che non vedevano l’ora di rivederlo nei suoi celebri video.

Woolwish in tv

In occasione del 30esimo anniversario di Radio Deejay, nel 2012, Willwoosh ha intervistato 12 personaggi legati proprio alla storia dell’emittente radiofonica, durante il programma televisivo 30 gradi di separazione di Deejay TV.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ogni cosa possa dire su di te sembra troppo o troppo poco. Grazie di tutto @manuel_frattini è stato un onore. Fine primo atto, inizio secondo. @italybares

Un post condiviso da willwoosh (@guglielmoscilla) in data:

Willwoosh ha anche presentato gli MTV Music Awards 2015.

Nel 2016, invece, fa parte del cast di una fiction Rai: Woolwish è apparso, infatti, in Baciato dal sole. E per promuovere la serie tv è stato invitato alla finale del Festival di Sanremo 2016.

Ha partecipato alla sesta edizione di Pechino Express con Alice Venturi, per la coppia Amici. Vengono eliminati alla settima puntata.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

I’d rather put myself in a circle than a box. Nuovo video. Link in bio.

Un post condiviso da willwoosh (@guglielmoscilla) in data:

Il 9 ottobre 2018 è apparso in una puntata di E poi c’è Cattelan, per parlare di bullismo.

Nel 2018, poi, ha partecipato all’episodio 2×02 di Love Snack, per la regia di Elia Castangia.

Libri di Willwoosh

A febbraio 2012 con Alessia Pelnzi ha scritto 10 regole per fare innamorare, mentre sempre nello stesso anno ha dato alle stampe con Claudio Di Biagio, Giampaolo Speziale, Matteo Bruno, Freaks! Tutti i segreti, editi entrambi da Kowalski.

A maggio 2013 è uscito nelle librerie il suo primo romanzo. Si intitola L’inganno della morte ed è edito da Kowalski.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

La prova inconfutabile che ho le ossa grosse.

Un post condiviso da willwoosh (@guglielmoscilla) in data:

Vita privata di Willwoosh

E dal punto di vista della vita privata? Siamo abituati a vederlo disinvolto e spontaneo di fronte alla telecamera, nei video che pubblica in rete. Ma sulla sua vita privata è sempre stato molto riservato. Fino a quando il 13 settembre del 2017 non ha deciso di fare coming out, dichiarando la propria omosessualità. E lo ha fatto attraverso un video pubblicato su Youtube e visto da un milione di persone.

Nel video ha raccontato le 10 cose che amava di più (“Le cose che mi piacciono sono le ciliegie, il sushi, i libri, il rumore della pioggia, il c@**o, Londra, le stelle, i murales e gli indovinelli“) e le 10 cose che invece proprio non sopportava (“Il caldo, le scale, la febbre, i formaggi stagionati, la f*g@, lo spam, il calcio, le ingiustizie e i marsupi“). Un modo sicuramente singolare per dire al mondo intero di essere omosessuale. In perfetto stile Woolwish.

Dal 2018 è il compagno di Luigi Di Lella. Luigi, coetaneo di Guglielmo, lavora nel mondo della moda a Milano, quindi distante da Willwoosh che invece vive a Roma. In occasione del loro primo anniversario di fidanzamento, Willwoosh su Instagram  ha voluto dedicare un pensiero decisamente adorabile al suo grande amore: “Vorrei scrivere tante cose belle ma alcune te le dirò a voce e altre me le terrò per me perché mi vergogno. Buon anniversario“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Quasi un anno fa ❤️ Vorrei scrivere tante cose belle ma alcune te le dirò a voce e altre me le terrò per me perché mi vergogno. Buon anniversario ❤️

Un post condiviso da willwoosh (@guglielmoscilla) in data:

In questi anni ha dovuto affrontare molti hater su Instagram, rispondendo sempre con maturità e la sana ironia per cui lo amiamo: “Ma come cavolo hai fatto a postare un commento su instagram col telegrafo? Non credevo possibile che dal 1800 si potesse comunicare col presente #idolo“. Mentre in una Stories ha scritto a una persona che lo attaccava per le sue foto con il fidanzato:

Caro @***** nel tuo profilo vedo che limoni una foto si e l’altra pure con la tua ragazza. Siete una bellissima coppia e nei tuoi hashtag leggo frasi come “love”, “ioete”, “loveislove”. Potrei dirti, per citarti, che faresti bene a vomitare per via della nostra foto. Perché queste parole con cui ti riempi la bocca non dovresti nemmeno tenertele dentro e faresti bene a sputarle fuori. Potrei dirti un sacco di altre cose col solo scopo di ferirti “niente di più”, come dici tu. Invece ti auguro di imparare a capire ciò che è diverso da te. Ti auguro di capire che il mondo non è a tua immagine e somiglianza e che il tuo vomito lo sciacqua via una giornata di pioggia, insieme al tuo passaggio su questa terra. Ti auguro di crescere. Lo auguro a te che, magari, un giorno sarai papà e dovrai avere a che fare con il diverso e con persone che seguiranno il ricordo delle tue orme, perché la gentilezza non la lava via neanche un uragano. BUONA VITA“.

Bigodino.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI