Chi seguire su Instagram: gli Igers della settimana #2

Come ogni settimana vi segnalo tre account Instagram da seguire assolutamente. Oggi tocca a due emblemi del trash!

Stufi di seguire sempre le solite persone su tutti i Social Network? Volete allargare i vostri orizzonti? La rubrica sugli #igers della settimana fa al caso vostro! Ogni settimana vi segnalo tre account da seguire con correlata motivazione. La scorsa settimana abbiamo odiato scoperto @yoga_girl e adorato le foto di @ovunno, questa settimana vi segnalo due gioiellini del trash made in Instagram e in più una chicca tutta italiana!

Donne&motori con @danbilzerian

La mia personale passione della settimana è @danbilzerian, un colosso d’uomo pieno di muscoli che guadagna badilate di soldi a Poker e non fa altro che postare sul suo account Instagram quanto gli piace e quanti privilegi gli regala questa sua passione per l’azzardo. In due parole: culi, soldi e vita da spiaggia. Dan è veramente un gioiellino del trash. Da cosa me ne sono accorta? Da questo:

…ma anche da questo:

Dan potrebbe sembrare un buzzurro di periferia, che ostenta danari (me lo vedo a pronunciare frasi tipo “Ti infilo cinquanta bigliettoni nelle mutande”) e donne sui suoi profili social, e infatti è proprio così. Non dimentichiamo la sua passione per le armi e zac, il cliché di supermacho che non deve chiedere mai è servito. Da seguire per condire con un tocco di super-tamarrìa la propria timeline di Instagram.

La famiglia perfetta di @taza e @tiesandfries

Attenzione: account al gusto di zucchero filato. Nel senso che, dopo aver visto l’account di Naomi Davis, blogstar made in USA, vi verrà il mal di pancia dal troppo zucchero. Attraverso il suo account@taza e il suo blog super-seguito (Rockstar Diaries) Naomi racconta la sua vita, quella del suo perfettissimo marito Josh aka @tiesandfries e dei suoi fotogenicissimi bambini Eleonor e Samson.

I due, che si sono conosciuti ai tempi del college, hanno reso partecipe il web della loro storia d’amore in modo molto romantico e appassionante. Buttate un occhio ai loro profili Instagram e vi renderete conto di due cose: quanto sono belle le loro foto e quanto sia perfetta questa deliziosa famiglia. I loro racconti di vita quotidiana, sebbene conditi da fotografie meravigliose dei loro viaggi e della loro casa, sembrano il più delle volte dei vaneggiamenti spirituali: i due infatti sono Mormoni convinti, con tanto di sezione del sito che linka alla pagina ufficiale della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni. In più, a volte i due sono veramente troppo perfetti, al limite della umana sopportazione. Da seguire se amate i profili che fanno della propria vita un vero e proprio momento di storytelling. Voto 10 + a Naomi e Josh per il Personal Branding!

Benvenuti nel mondo di #gvlifestyle

Vi dico solo un nome: Gianluca Vacchi. Come “Chi è Gianluca Vacchi?”!? Se non conoscete GV non siete degni di essere utenti di Instagram. GV è un tombeur de femmes, grande estimatore di lusso e degli scatti provocatori, ma soprattutto di se stesso. GV è un imprenditore con case sparse in tutto il mondo, barche e donne sempre a disposizione, uno stravagante gusto nel vestire e tanta, tanta voglia di far parlare di sé. Ci riesce benissimo, soprattutto quando si cala in una tinozza d’acqua bollente:

…oppure (il mio preferito) quando indossa una cresta da Apache e si mette a ballare intorno al fuoco:
.

Dio benedica GV che del suo lifestyle ha fatto proprio una firma, e benedica le sue foto da grande dominatore di donne e di mondi, ma soprattutto le sue tenute da casa:

Una chicca del trash made in Italy su Instagram. Non potete perdervelo!

Facebook Messenger, il dettaglio non sfugge agli utenti: le ragioni del cambiamento

Donne e mobile: sappiamo vivere senza?

Perché Jane The Virgin è una serie tv che devi assolutamente recuperare

Il caso Winner Taco: Quando la pagina Facebook diventa un boomerang

Sostituire lo smartphone senza perdere i dati

Trekking e tecnologia: le app per l'outdoor

Se fai queste 6 cose su WhatsApp rischi di finire in carcere