I no vax diventato i cattivi di un videogioco

In un videogioco verrà inserita per la prima volta la figura del No Vax. E non starà dalla parte dei buoni.

Home > Tecnologia > I no vax diventato i cattivi di un videogioco

I No Vax protagonisti di un videogioco. Ma non saranno dalla parte dei buoni. Saranno come dei villain pronti a infettare con malattie di ogni tipo il mondo. Plague.inc è un gioco di strategia per generare una pandemia che sterminerà l’umanità intera. Dopo una petizione online su Change.org, i contrari ai vaccini sono stati inseriti tra gli strmenti per arrivare all’obiettivo finale. L’estinzione del genere umano.

È la prima volta che i No Vax entrano in un videogame. E non ci fanno proprio una bella figura. Su Change.org era apparsa una petizione per chiedere che queste persone, contrarie a vaccinare i propri bambini e ai vaccini in generale, potessero diventare delle vere e proprie armi di distruzione di massa. Sono state raccolte 20mila firme.

E sono bastate per convincere gli ideatori del videogame, edito dalla Endemic Creation, a inserirli nel videogioco. In realtà sarebbero bastate 10mila firme. Ma la petizione online ha raddoppiato la richiesta per poter ottenere il “premio”. E così anche i No Vax sono entrati a far parte del videogame.

Su Twitter la compagnia ha così annunciato il grande evento: “Ok ok voi avete parlato e noi abbiamo ascoltato. Inizieremo ad occuparci degli anti vax molto presto“. Quindi ci sarà un altro strumento per distruggere l’umanità. Chi decide di non vaccinarsi, diventando così un potenziale mezzo di diffusione di malattie ormai dimenticate.

no vax

Il gioco permette a ogni giocatore di scegliere quale microrganismo andrà a scatenare la pandemia che dovrà sterminarci tutti quanti. Si può anche decidere da quale regione del mondo iniziare e anche come l’epidemia evolve man mano che si diffonde in giro per il mondo, causando contagi e morti.

Come saranno inseriti in questo quadro i No Vax? Ancora non è dato saperlo. C’è chi sostiene che potranno rappresentare dei bonus che andranno ad aumentare i danni causati da ogni malattia.